Venerdì scorso puntata di Lucignolo,

Venerdì scorso puntata di Lucignolo, il settimanale di Studioaperto dedicato ai giovani, dedicata al sesso. “vedrete servizi imperdibili”… “vi diremo quello che in televisione di solito non vi dicono”… si, ho notato. Una puntata piena zeppa di luoghi comuni. Saranno stati Nuovi luoghi comuni, ma pur sempre tali. Dalle ragazzine di 13 anni che raccontavano le loro avventure sessuali alla masturbazione, senza dire niente, ovvio, puntata piena di promesse, con in mezzo anche da un’annotazione sull’eccesso di sesso che c’è in giro (la trasmissione va in onda su ItaliaUno, della serie “da che pulpito viene la predica…”). Il tutto condito da una buona dose di tette e culi. Il che è sempre è un bel vedere. Ma la predicozza sull’eccesso invita a una riflessione. In effetti, è vero, c’è una sovraesposizione di immagini che rimandano a noi sappiamo cosa, un continuo riferimento a quell’argomento lì. Certo, si scopre l’acqua calda. Però è vero. Io giovane virgulto e non padre responsabile di famiglia, prendo atto che di tette e culi e cosce e, se ne vedono tanti in giro. Ma veramente. Siamo veramente bombardati di sesso alla mattina alla sera. Devo fare attenzione a dire certe cose, perchè rischio di scivolare nella pietosa retorica bigotta. Però: non saranno troppi? Non è che a forza di vedere questa carne si rischia… di stancarsene? Non nel senso che a uno vengono le occhiaie… Un pò come fare un’abbuffata ogni giorno. Poi anche il pranzo di Natale perde il suo sapore, diventa insipido. Leggermente insipido, sia chiaro. Diciamo che spunta un’altra dicotomia moderna: è bello, parlo per la mia parte, vedere le ragazze di oggi camminare per strada con perizoma e reggiseno lasciati intravedere. E confessiamolo che un’occhiata a tutte queste pubblicità e trasmissioni piene di bonazze, ce la diamo. Altrimenti non ce le metterebbero. Però occorre come in ogni cosa, il senso della misura. E’ possibile pertanto che questa sovraesposizione possa in qualche modo abbassare l’intensità abitualmente provocata da queste visioni godereccie? Chiacchere sul nulla, ovviamente. Discorso molto, molto forzato, in fondo di certe cose non ci si può stancare. Alla fine miravo ad altro… al senso del limite e della misura, della dose… Sarà necessaria anche in materie frivole come questa?

0 Responses to “Venerdì scorso puntata di Lucignolo,”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)