Quando si viaggia, si sa,

Quando si viaggia, si sa, veniamo in contatto con tante culture diverse, con persone a volte lontane dal nostro modo di vivere, di pensare, di fare. Forse è proprio una delle caratteristiche che rendono l’idea del “viaggio” più stimolante. Annoto qui qualche curiosità che ho visto o sentito durante il mio breve giro per l’Italia centrale, così, per ricordo.
A PORTO ERCOLE, sull’Argentario in provincia di Grosseto, abbiamo incontrato la cantante Nada per la strada passeggiare sotto l’ombrello con il marito (?). Dopo averla salutata e averle fatto notare che l’avevamo riconosciuta ha fatto un sorriso di soddisfazione come non ne avevo mai visti prima…le farà piacere ricevere ancora stima nonostante non sia più una cantante al top come negli anni ’60. Dopo un quarto d’ora l’abbiamo incrociata nuovamente (le vie sono poche!): aveva ancora lo stesso sorriso di prima e camminava felice in riva al mare.
A ROMA c’erano 10mila persone a seguire con il naso all’insù l’Angelus del Papa. Non si capiva niente. Il Papa fa impressione. Non riesce più a parlare. Ma quanta gente restava in assoluto silenzio per cercare di afferrare lo stesso il messaggio di pace e speranza che stava lanciando. Impressionante la diversità della gente presente. Dal romano di borgata, ai fedeli polacchi, alle coppie che andavano a prendere l’aperitivo. Al termine, sulla strada che portava alla metropolitana c’erano decine di uomini con volantini: “Ristorante?”, “Fast food?”, “Mangiare signori?”…chiedevano alla folla frettolosa. E in particolare un uomo bagarino…con al collo appeso un intero baracchino con la scritta LOTTERIA ITALIA gridava al popolo del Papa: “Lotteria italia! Coraggio signori proviamoci! Sacro e profano si danno una mano!”
Sempre a ROMA, vicino a Via del Corso, un gruppetto di ragazzi di colore vegetava al sole e noleggiava scooter per i turisti. In un angolo di una piazzetta avevano preparato il loro business. “RENT A SCOOTER” recitava il cartello appeso sul motorino sul quale era seduto uno dei giovincelli. “CACONE PUZZOLENTE” recitava lo stesso cartello poco più sotto. Chi è che l’ha aggiunto approfittando che questi non capiscono cosa vuol dire?
A OFENA, in provincia dell’Aquila, le troupes dei tg sono ripartite pochi giorni fa. Il consiglio comunale si è riunito per decidere come comportarsi alla scuola media nei riguardi dei crocifissi, e per prendere provvedimenti contro il signor Adel Smith. L’hanno preso il provvedimento, e sono orgoglione di comunicarvelo in anteprima mondiale (o quasi), vecchiette del posto a parte: la strada dove abita il portavoce dei musulmani in Italia verrà intitolata “Via del Crocifisso Santo”. Vecchi volponi.

0 Responses to “Quando si viaggia, si sa,”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)