Dal sito di Censurat…

Dal sito di Censurati.it leggo e riporto. L’appello è di farlo girare. Grazie.

Amici, posso capire che finchè certi problemi non ci toccano da vicino è come se non esistessero. Problemi di malasanità per un poliomelitico rimangono circosritti a un poliomelitico. Quando poi il vicino di casa ci frega mezzo metro di terra siamo tutti pronti a dissotterrare l’ascia di guerra. Facciamo in modo che le ingiiustizie colpiscano noi anche quando sono degli altri. Il Caso che sto per esporvi non è solo malasanità, ma anche di giustizia fortemente dubbia. Dobbiamo fare qualcosa, onestamente non so cosa, suggeritemelo voi.
A voi il testo:

Mi chiamo ODESSA MICHELE nato a BARI il 27/7/58 e residente a BOLOGNA in Via Leonardo da Vinci, n. 24, ex portatore di handicap con grado di invalidità superiore ai 2/3 (66%) per esisti da poliomelite ma da luglio 2002 riconosciuto invalido al 100% per esiti da “Mala” Sanità territoriale e “Mala” Giustizia, avendo conseguentemente acquisito, oltre all’aggravamento sopra citato, le seguenti malattie: atrofia muscolare, obesità, diabete, ipertensione, cardiopatia grave, con la presente intendo comunicarLe in versione molto sintetica i fatti per cui chiedo il Suo prestigioso intervento.

Ho la poliomielite dall’età di 16 mesi e dall’età di 3 anni porto tutori ortopedici che poi con l’impegno la forza e la costanza all’età di 15 anni si sono ridotti ad un unico tutore a semplice uso “sicurezza” visto che senza di esso io camminavo lo stesso sia in casa che in piscina o al mare.

Questo tutore dall’inizio degli anni ’90 ha iniziato a rompersi con molta frequenza impedendomi inizialmente una normale e costante vita lavorativa sino ad arrivare ad una frequenza di 2/3 volte al mese nel ’96.

Ho dialogato con le Officine Rizzoli da cui ho avuto come risposta solo minacce, ho dialogato con l’ AUSL ma questi se ne fregavano e così ho aperto un contenzioso con la Regione E.R. che ha aperto un’indagine ha fatto fare la perizia dei materiali da me richiesto e al responso a mio favore che l’uso dei materiali non era conforme al “nomenclatore delle protesi” l’AUSL ha chiesto il rimborso degli oneri ed ha diffidato le Officine Rizzoli. Mi è stato fatto fare l’ennesimo tutore a seguito diffida e rompendosi anche questo ho richiesto una perizia ma questa volta direttamente alla AUSL senza passare dalla Regione questo ha dato modo alla AUSL di coprire il diffidato Rizzoli dalla cancellazione dall’albo delle protesi quando ha rilevato che anche da questa perizia io avevo avuto ragione dei materiali usati.

Nel frattempo io avevo nell’attesa della prima perizia regionale avviato procedimento penale nei confronti delle Officine Rizzoli e AUSL tramite denuncia ai NAS ed il Magistrato Gustapane ha avviato l’indagine ed ha richiesto la perizia facendo venire un perito da Roma il quale ha in modo più che dettagliato espresso parere a mio favore cioè che il materiale usato non è conforme ed è scadente. Le conclusioni dei NAS si chiudevano con sospetta truffa aggravata e falso in atti d’ufficio……… ma il Magistrato Gustapane ha archiviato il caso suggerendo di avviare una pratica Civile.

Io in civile ci sono andato ma pur essendoci ancora oggi udienze in atto i giochi sono già stati fatti e il Giudice Pugliese che da 3 udienze non ci concede la perizia ha fatto già capire che Lei chiuderà il caso.

Io da due anni non vado più a lavorare e sono chiuso in casa in un letto, giro in carrozzina ed ho una situazione di salute grave…..così come le ho già sopra citato.
Distinti saluti.

Michele Odessa

0 Responses to “Dal sito di Censurat…”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)