Dio li fa e poi li a…

Dio li fa e poi li accoppia
“Eh, li ho visti crescere all’ombra del campanile, li conosco da quando erano piccoli così”, diceva il parroco compiacente per il matrimonio da poco celebrato di due giovani parrocchiani. Non è esattamente la stessa cosa ma fa comunque piacere: due storici lettori di questo sito annunciano in gran segreto il loro fidanzamento su internet. Si sono letti quissù, sulla tag board, nei meandri di un commento, tra le pieghe di qualche post, e si sono subito affezionati. E poche settimane fa hanno aperto un blog comune, dove “finalmente possono dirsi tutto liberamente, senza che nessuno li possa giudicare”. E con tanto di benedizione da una madrina d’eccezione: la giornalara Laura Bogliolo, che per prima li ha scoperti e annunciati a tutti sul suo blog. Cose da blogger? Il mese scorso altri due blogger di Clarence hanno annunciato il loro prossimo matrimonio. Nel 2004 non ci si stupisce più di niente. Nemmeno di un Masini eventuale vincitore del festival. (Absinth non me ne voglia!).
P.S. Lo scrivente qui dietro il monitor è ancora single, se c’è qualche blogger simpatica che voglia farsi avanti…;-)

0 Responses to “Dio li fa e poi li a…”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)