Capodanno viene ogni anno..PURTROPPO!

(*) E’ un dilemma che comincia a rodere come un tarlo ad iniziare dai primi giorni di Dicembre: Cosa fare per Capodanno? E in questo periodo nessuno ti chiede come stai, ma ti chiede solo come pensi di passarlo, quale cosa fantastica ti sei inventato per quella notte, mettiamo anche questo nei misteri irrisolvibili della vita ma pare che bisogna per forza divertirsi, no ma che dico, bisogna stra-divertirsi, ma qui una domanda sorge spontanea: “ Esiste qualcuno che veramente si diverte a Capodanno? Se qualcuno risponde si….voglio sapere chi èèèèèè, il nome voglio sapereeeee, voglio sapere dove vive e soprattutto….devo fargli una statua come eroe del Capodanno.
Inevitabilmente ogni anno, si decide di impegnare l’oro della nonna al Monte di Pietà, di ipotecare la casa, e con il ricavato si prenota in un locale per il mega-super veglionissimo di Capodanno, prezzi medi 80 euri pro capite, in vecchie lire 150.000, si perché bisogna assolutamente divertirsi. Si acquistano quegli abiti da sera, che manco le ballerine di avanspettacolo avrebbero mai il coraggio di mettersi, con pajettes, lustrini, piume d’oca e non deve mancare il perizoma rosso, che inevitabilmente ci renderà la serata allucinante!

Tutti pimpanti si entra nel locale, ma un dubbio mi assale: Oddio abbiamo sbagliato, questo è il Circo di Moira Orfei, ci sono i pagliacciiiii!!!! Invece no….purtroppo no, e mentre ci dirigiamo al tavolo mi suonano una trombetta nell’orecchio, oh noooooooo è il mio commercialista! Proposito per il nuovo anno : CAMBIARE ASSOLUTAMENTE COMMERCIALISTA QUESTO E’ ASSOLUTAMENTE SCEMO” il cameriere prova a mettermi in testa un cappellino da Pirata “ Signora un bel cotillons…vuole anche le stelle filanti?” Non ti ci provare che ti stacco un braccio a mozzichi….non voglio il cappello da Pirataaaaaaaaaaaa!
Viene servita una cena, dei pezzi di cartone colorato almeno credo, un po’ di colla vinavil che viene spacciata per risotto alla crema di scampi, dei pezzi di truciolato a forma di arrosto e delle palline da ping pong dal nome esotico “ patate in salsa di avocado e noci” tutto questo mentre una musica suonata talmente male, ti buca le orecchie e preclude ogni conversazione, in effetti meglio….che potrei mai dire al commercialista con le penne da indiano in testa che spara palline con la cerbottana?
Le portate si susseguono a ritmo frenetico, devono liberare a tavoli per ballare, e mentre stai cercando di addentare il Pandoro, ti portano le lenticchie con il cotechino, e qui si decide per la demenza totale, inzuppare il Pandoro nelle lenticchie, mettere il cotechino sopra alle fragole con la panna e mangiare il tutto con una bella spruzzata di coriandoli. Ohhhhhhhhhh si come mi divertoooooooooooooo, ammazzaaaaaaaaaaa come mi diverto!!!!!!
Finalmente viene mezzanotte, si stappa lo spumante e una marea di gente sconosciuta e ubriaca comincia a baciarti ed a trascinarti un allucinante trenino “Brazil…tarararararààààààààà Brazil “e intanto penso che se me li giocavo a poker questi soldi almeno mi sarei divertita, ma dopo tutto questo divertimento, bisogna portare a termine una missione sacrosanta del Capodanno!
Il proverbio dice “ Chi lo fa il primo dell’anno lo fa tutto l’hanno” e poi c’ho pure il perizoma, almeno quello sfruttiamolo, ma anche questo rimane un sogno, il mio accompagnatore è talmente ubriaco che nemmeno Cicciolina potrebbe operare il miracolo….potrei scappare con il cowboy del tavolo di fronte, ma è troppo preso a tirare stelle filanti!
Per raggiungere il massimo del degrado mentale, bisogna assolutamente andare a fare colazione al bar, come se uno la colazione non la facesse mai, non siaaaaaaaa mai….che si torna a casa senza quella tappa obbligata, è meraviglioso trovarsi con altre comitive di zombie davanti a un bancone do un Bar , e sorseggiare un cappuccino che ricaccia indietro le lenticchie che vogliono uscire dal nostro corpo, trattenute dal vinavil alla crema di scampi.
Si…a Capodanno è doveroso divertirsi….si, si…mi sono divertita tantissimo, mamma mia quanto mi sono divertita, a mezzanotte volevo buttarmi dalla finestra, ma il ristorante era al piano terra, ma non disperiamo, Capodanno viene ogni anno….PURTROPPO!!!!!
Ah dimenticavo….Buon Capodanno a tutti!

Sissunchi

(*) Dato che questo articolo è preso da Libero si informa che:

Gli articoli pubblicati su Libero sono coperti da copyright.
Copyright © 1999-2004 ItaliaOnLine S.r.l. Tutti i diritti riservati.
Sono riprodotti per gentile concessione dell’autrice.

0 Responses to “Capodanno viene ogni anno..PURTROPPO!”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)