Pasquetta e Capodanno vs Pasqua e Natale

E’ tempo di auguri, ma una piccola considerazione la devo fare. A Natale e a Pasqua si fanno gli auguri, per convenzione, per educazione, perchè si sentono. Io non sono uno di quelli che dice "no, io gli auguri non li faccio perchè sono contro ecc…", però devo ammettere che a volte mi succede di farli perchè son appena stati rivolti a me, o per formalità. Ma comunque non mi tiro indietro e li faccio, con il sorriso, volentieri. E allora "Buon Natale e Buona Pasqua".
A pensarci, tuttavia, Natale e Pasqua sono feste che non sento più molto. Son più da bambinetto, chè il 25 dicembre passi ore a scartare pacchi su pacchi e godi come un matto con il nuovo robottino, l’autopista e il fucile a gommini… Pasqua invece è la festa di …? Boh. Anche da ragazzino non è che stravedessi per una festa in cui il top era rappresentato dall’infrangere un uovo (un uovo cazzo!) per incrementare la collezione di portachiavi, che poi cazzo li danno a fare tutti sti portachiavi a dei sette-ottenni?
Quello che volevo dire è che da una dozzina d’anni a questa parte le feste top sono Pasquetta e Capodanno. Vuoi mettere. Due giorni in cui hai il dovere di darci dentro come un matto. Il trentun dodici prevede che sei già lordo all’aperitivo, con rito del brindisi di mezzanotte solo per farti ripigliare con il rumore di tappi e botti per capire che sei arrivato a un terzo di serata e devi ancora spingere, schiacciare al palo l’acceleratore degli eccessi…
Pasquetta invece è lo stesso. Solo con un aspetto leggermente bucolico. Sostituisci le portate curate e impiattate del capodanno con un quantitativo di carne pari a quello del mese successivo. Ingolli un pallet di birre, fumi fino a diventare trasparente e poi fai a gara con gli altri a chi è più ridicolo a dare calci ad un pallone. Lo spettacolo è indecente. Ma è una figata… E potete dirmi "ma che senso divertirsi apposta perchè è quel giorno lì ecc…?" State zitti vi rispondo (sempre con il sorriso). Non sarà naturale e spontaneo, potrà sembrarvi artefatto e costruito, però dopo dieci minuti che sei entrato nel mood di quelli che dico io, ridi che va bene, molto, tanto.
Per quello che in sti giorni quando vedo persone amiche, brillanti, con cui vado d’accordo vorrei dire loro "Beh mi raccomando Buona Pasquetta" perchè sì; ti auguro di passare una Psquetta coi controcazzi, come dico io, e lo sai cosa vuol dire. E magari ricevere uno sguardo d’intesa, un ghigno quasi malefico e intanto la testa per qualche secondo in fast forward velocissimo attraversa i ricordi delle pasquette toste, e poi "Anche a te, Buona Pasquetta"… Invece quando dici Buona Pasqua l’altro cosa fa? Ringrazia, ma non pensa a un cazzo. Non ditemi che pensa ad un uovo con aria lussuriosa. E lo stesso concetto per Natale e Capodanno… Però dico sempre Buona Pasqua perchè comunque la convenzione è quella e passi un po’ per cretino se dici solo Buona Pasquetta…
Quindi in sti giorni statemi bene ragazzi, e Buona Pasquetta soprattutto…

0 Responses to “Pasquetta e Capodanno vs Pasqua e Natale”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)