Gestire gli eventi

Che fatica signori miei, qui succedono troppe cose in una volta e il cuore rischia di non reggere dall’emozione. I giornali esplodono di titoloni, le tv di edizioni straordinarie e si susseguono speciali su ogni avvenimento che, così accumulati e accavallati, capitano davvero ad ogni morte di Papa. Il capo della Protezione Civile Bertolaso sta gestendo egregiamente questo caotico inizio aprile. Ieri a Roma ha lasciato cadere un foglietto dalla sua agenda mentre correva verso un chiosco di gelati per una breve pausa. L’abbiamo raccolto, così per curiosità. Ecco l’agghiacciante precisione con cui gli eventi sono stati e dovranno essere scanditi:

1 aprile: agonia del Papa – dare modo alla stampa di mezzo mondo di portarsi in Vaticano e far partire la macchina mediatica. Speciale Porta a Porta.
2 aprile: morte del Papa – dirette televisive, speciale Porta a Porta, coccodrilli a profusione e messa in onda dei documentari sul Santo Padre pronti da 8 anni. Tenere in attesa il principe Ranieri di Monaco pompando al massimo i macchinari per tenerlo in vita.
3 aprile: omaggio al Papa ed Elezioni Regionali – giornata di lutto in ogni Paese. Sospendere partite di calcio e programmi di intrattenimento. Cancellare la diretta della formula uno. Non necessari programmi sui risltati elettorali che usciranno il giorno seguente.
4 aprile: omaggio al Papa ed Elezioni Regionali – mollare la presa lentamente a partire dalle reti Mediaset. Risultati elettorali in diretta sulle reti Rai. In caso di figuraccia del Presidente del Consiglio mandare in onda ulteriori documentari sul Papa. I giornali dovranno dividere equamente le due notizie. Chiedere ai Queen di spostare il concerto in segno di lutto.
5 aprile: omaggio al Papa e dibattiti post-elettorali – Prevista una mega puntata di Porta a Porta con collegamenti dal Vaticano e da Puglia e Lazio. Convincere Berlusconi ad intervenire da Vespa piuttosto che a Ballarò.
6 aprile: omaggio al Papa, morte di Ranieri, derby di Champions – Staccare nella notte il respiratore del sovrano. Con cautela iniziare il doveroso omaggio alla reggenza monegasca intervallata da finestre sul Vaticano. Funerali del Santo Padre venerdi mattina in S.Pietro. Chiedere alla coppietta reale inglese di spostare il matrimonio. Convincere la Uefa a non mandare in onda nemmeno Milan-Inter. Insistere.
7 aprile: attesa per il funerale del Papa – Giornata di moderato rilassamento. Fare due passi con Veltroni, Navarro e il neo presidente Marrazzo al Pincio a guardare le coppiette.
8 aprile: funerali solenni per il Papa – Mobilitare tutte le forze dell’ordine. Giornata di massima tensione. Ricordarsi le pastiglie per la tachicardia. Occhio di riguardo per il presidente Bush in arrivo a Pratica di Mare. Attenzione ad eventuali boeing sorvolanti la zona. Chiedere l’aiuto della protezione civile. Dannazione siamo noi.
9 aprile: sepoltura del Papa – Graduale disimpegno dalla faccenda. Prenotare campo di calcetto con gli amici per una serata di relax. Confermare nozze di Carlo e Camilla nei giorni seguenti. Confermare ripresa di Domenica In e altri programmi pagliaccio. Confermare riapertura delle scuole romane, ripresa normale delle attività. Ricordarsi di stare in allerta per l’inizio conclave. Se chiamati urgentemente: controllare nelle tasche dei porporati l’eventuale presenza di videofonini Tre non consentiti dalla Dominici Regis del ’96.

0 Responses to “Gestire gli eventi”


Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)