Governo mio, dammi mille lire..

Essere d’accordo con i leghisti, questa mi mancava. Secondo La Padania, il 70% degli italiani vuole un ritorno alla lira. Non so voi, ma io sono tra quel 70%. Se avere l’euro porta benefici all’economia (?!) generale, ma non alla mia economia, c’è qualcosa che non quadra.
Io e mia mamma viviamo da sole (con gatto). Io non faccio colazione, lei nemmeno. Io pranzo fuori, lei non pranza. Io ceno a casa, lei pure: niente di speciale, un primo e un contorno, o un secondo e un contorno, mai cose esagerate stile caviale e champagne o funghi e salmone. Non compriamo bibite gassate, e nemmeno le casse d’acqua. Ogni tanto un cartone di vino da tavola, o una bottiglia di the, comunque non di quelle "famose e reclamizzate". Capita che una volta a settimana ci concediamo (prego notare il verbo) un piatto già pronto, o una confezione di gelato da mezzo kg. Ora, secondo voi quanto dovremmo spendere? Vi dico solo che i conti mensili pre euro oscillavano tra le 400.000 e le 500.000 lire. Adesso, a parità di prodotti acquistati, i conti arrivano anche a 500 euro (per Pasqua, quando abbiamo comprato una colomba, una bottiglia di champagne e un uovo Kinder). Comunque non scendono mai sotto i 400 euro. Ora io mi domando: è possibile che due persone che fanno la spesa per 2 pasti al giorno in casa spendano QUASI UN MILIONE DI LIRE al mese per mangiare? Ieri mattina sono uscita di casa con 20 euro: 2 caffé, un pacchetto di sigarette da 10, pranzo fuori con cotoletta e insalata e dei venti euro c’erano rimasti 1,75.  Dove son finiti ‘sti soldi? ..boooooh!

29 Responses to “Governo mio, dammi mille lire..”


  • tu pensi davvero che tornando alle lire tornerebbero indietro anche i prezzi? semplicemente, spenderesti un milione al mese per mangiare. O forse, ricordando quanto è successo passando all’Euro, magari aumenterebbero anche qualcosina.

  • Perfettamente d’accordo con Settolo. Il problema non è l’euro, il problema è la transizione da una moneta all’altra: i prezzi sarebbero aumentati anche se avessero introdotto al posto della lira le pizzedifango. 🙂
    (e inoltre, abbandonando l’euro, diventeremmo ancor più periferia dell’impero di quanto già non siamo.)

  • Con la lira i nostri lungimiranti governanti avrebbero costretto la Banca d’Italia a svalutare costantemente la moneta e ora, grazie anche a gente come Tanzi e Cragnotti saremmo nella stessa situazione dell’Argentina.
    Piuttosto uno si potrebbe chiedere perchè la stessa impennata dei prezzi (peraltro dei generi meno cari. Che una Ferrari costa in euro quanto costava in lire!) non c’è stata negli altri paesi che hanno adottato la moneta unica. Forse c’era qualcuno che dava una controllata?

  • A Fla’, questo discorso lo prendo ovviamente come una provocazione, perche’ che tu lo pensi davvero non credo.
    Il ritorno alla lira, e sopratutto il dare TUTTA LA COLPA ALL’EURO e all’ EUROPA e’ un discorso di un qualunquismo di una miopia incredibili. Non a caso sono gli slogan populisti e demagogici che usa la Lega, o gli altri partiti di maggioranza.
    Perche’ in molti degli Stati che hanno adottato l’Euro non si sono riscontrati aumenti cosi’ vertiginosi? Era davvero inevitabile che andasse cosi’?? Chiediamoci questo. Non era possibile fare controlli e sanzioni per aumenti indiscriminati? Perche’ l’Italiano tipico e’ quello che fa il furbo e se ne approfitta, se puo’ evade, e se puo’ metterlo nel culo al cliente o al turista lo fa? Non e’ cosi’? Perche’ hanno creduto di poter fare i furbi aumentando cosi’ tanto i prezzi? C’e’ chi davvero c’ha fatto i soldi, e c’e’ chi cmq se la cava, mentre i poveri dipendenti pubblici (che non possono ne evadere ne fare i furbi) lo prendono in culo. Il divario tra benestanti e poveri si allarga.
    SI risolve tutto dando la colpa all’europa e alla moneta unica? Ma dai…
    Non ti senti presa per i fondelli da chi usa espressioni come “sono questi burocrati e tecnocrati di Bruxelles…” Sono argomenti da bar!!! Mi vogliono far credere che a Bruxelles ci sono dei vecchi rincoglioniti con gli occhiali spessi che si divertono a immergerci di scartoffie?? SOno tutti li’ per complicarci la vita?? Ma per cortesia, dai. Io mi sento preso per il culo da sta gente che mi vuol far credere ste baggianate.
    Ritorniamo alla lira un cazzo.

  • Eccheccazzo, bravo Abborigeno. Non diciamo cagate per favore… Non ricaveremmo un solo beneficio dal ritorno alla lira. Come se poi fosse possibile farlo così su due piedi. Sarebbe una sconfitta ideologica e un regredire talmente clamoroso che costerebbe all’Italia un’uscita dalla politica estera al pari della Svizzera. :-p

  • @ abbo, ovvio che è una provocazione, ma mica più di tanto. Non voglio tornare alla lira, sarebbero più grane che altro. Voglio solo che i prezzi tornino quelli pre euro, spendere il doppio per avere la stessa cosa che con la lira pagavo la metà..

  • “Onore a Milosevic, difensore della cultura del proprio popolo”, o qualcosa del genere, non era quello che diceva la Lega qualche anno fa?

    C’entra niente ma mi è tornato in mente.

  • l’unico vero beneficio, per come la vedo io, sarebbe proprio quello di poter svalutare. La forza dell’euro sul dollaro le nostre aziende la pagano carissima, e i prezzi in Italia sono più alti che negli altri paesi (a parità di moneta intendo). Il punto è che la nostra economia è allo sfascio, è quella la questione da risolvere.

  • @ raccoss, non è che ritenere una proposta intelligente (se lui lo pensa davvero, io no) sia lo stesso che essere appiattita sulle posizioni della lega (..proprio no!)

    @ settolo, ho letto che ultimamente l’euro ha perso qualcosa. Ps risolvere lo sfascio della nostra economia? E chi? A destra c’è uno che pensa che lo stato sia un’azienda, a sinistra Bertinotti (e comunque mai avessi letto una buona idea per l’economia dalle parti di sinistra, a parte Nicola Rossi, economista DS, che quasi nessuno ascolta, tutti annuiscono nessuno fa cose concrete) = a meno di un intervento divino..

  • Non sapevo ci fosse la categoria “spariamo una cazzata da bar” su ciccsoft.

    Signora mia…e dei broccoli? Visto come sono aumentati?

    Che ignoranza, dio fá.

  • Non sono d’accordo. La lira è solamente un’unità di misura così come l’Euro. La colpa, poi, non è della moneta unica, ma della gente stupida, vedi commercianti e negozianti, che ci ha speculato sopra rendendo tutti questi prezzi alti. Se ora dici che la spesa mensile è di 500 euro, pensi veramente che i prezzi tornando alla lira si riabbassino? Speri veramente che magicamente e improvvisamente si ritorni alle vecchie 500.000 lire? In tutta la storia non è mai accaduto che i prezzi, una volta aumentati, siano incredibilmente scesi di nuovo. L’economia gira, caro mio, queste sono le esigenze del mercato e ritornando al vecchio conio non vedresti un 5 seguito da 5 zeri, ma un 1 seguito da 6 zeri.. Questa è l’economia, un passaggio alla lira sarebbe inutile e senza una spiegazione logica; fidati, ho anche chiesto ad un economista di professione….
    Essere d’accordo con i leghisti.. questa, poi…

    Luk

  • L’hanno già detto in tanti, ma lo ribadisco: è un po’ una cazzata. Hanno fatto il danno non controllando i prezzi, e adesso cercano di scaricare la colpa su chi è riuscito a portare l’Italia in Europa, evitando un dannosissimo isolazionismo. L’Italia ha bisogno dell’Europa. E anche dell’euro.

    Vediamo di non rivotare questi quattro cialtroni al prossimo giro, piuttosto.

  • @ Giulia Io al prossimo giro non voto..destra non voterei mai..la sinistra esiste ancora? Al momento non mi pare..cmq non voglio tornare alla lira, vorrei che i prezzi scendessero ..anzi più che altro lo vorrebbe mia mamma..eheheh

  • Certo, lei non vota, giusto.

    Qualcuno avverta sta tipa che essere grassi piú di quanto lo sia Neri e fare i radical chic del cazzo come lui non andando a votare questa sinistra senza identitá non rende automaticamente famosi, ricchi e simpatici a tratti come Neri.

  • Invece io credo che finchè ci sarà gente che vota “contro” quelli che dovrebbero stare all’oppsizine si sentiranno autorizzati a candidare gente tipo Marrazzo e simili tanto la campagna elettorale gliela fanno gli avversari.
    E al prossimo giro di politiche candideranno Pippo, chè tanto contro Berlusconi stavolta si vince a mani basse…
    E di cose tipo programmi e candidati seri possiamo tranquillamente fare a meno.
    Quindi, per come la vedo io, se non mi proponi qualcuno di votabile io non voto.
    Dicono che la democrazia funzioni così…

  • Gabriele non voglio essere radical chic, perché lo pensi?

  • io tornerei al baratto, più efficace, veloce e soprattutto controllabile

  • ma nessuno ha fatto caso ai tassi dei mutui, che quando c’era la lira erano al 10% e ora grazie all’allineamento europeo avvenuto con l’entrata dell’euro sono scesi anche sotto il 4%?
    Voler tornare alla lira significa approvare la recessione che sta coinvolgendo il nostro paese. Se succede emigro davvero!

  • E’ una provocazione :/ lo so che sarebbero più casini che altro

  • OCCAZZO, smetto di commentare per due giorni e cosa mi ritrovo?? Gente che dice che non votera!
    Occazzo, Flavia, mi deludi un bel po’. SInceramente io sono tra i primi ad essere furioso con questa sinistra, con questi Rutelli Prodi D’alema e compagnia bella. Se dall’altra parte ci fosse un’alternativa seria e affidabile voterei a destra. Ma in queste condizioni si tratta di SALVARE IL PAESE da chi:
    – modifica la Costituzione (La Costituzione CAZZO, ma virendete conto???) per fare la Devolution e altre minchiate simili
    – elabora leggi ed usa per mesi il Parlamento con l’esplicito e prioritario scopo di modificare certe norme cha andranno ad influire su certi processi ceh tutti sappiamo quali sono.
    – ci vende favole come l’abbasso indiscriminato di tasse (mai realizzato) quando invece stiamo andando in recessione.
    – occupa quasi tutta l’informazione televisiva, distruggendo il servizio pubblico a favore della propria azienda (andate a vedere i bilanci Mediaset degli ultimi 5 anni fino a qualche mese fa, cristo d’iddio!). E stesso discorso si potrebbe estendere a scuola, sanita’ ecc.

    Devo continuare?? Ma per favore. Se non voterete CONTRO BERLUSCONI siete dei cazzoni, sappiatelo.
    Alla sinistra le lezioni si possono dare in mille altre circostanze. Gia’ nel 2001 l’han fatto in tanti, col risultato che il centrodestra ha avuto una larghissima maggioranza che gli ha permesso di fare tutto quel che ha fatto, e di battere il record di longevita’ per un Governo della nostra Repubblica. Mi spiace che tutto questo non sia servito a svegliare sti stronzi di Rutelli e Prodi, ma non votare NO, mi spiace ma cazzo NO! io ci vado a votare, anche se candidano Topo Gigio!

  • E ci dobbiamo sacrificare noi?
    E mandare al governo gente che non c’ha perso nemmeno 10 minuti a fare un cazzo di programma serio?
    ‘Sta storia inizia a stancare. Facciamo invece che se la sinistra non vuole lasciare tutto in mano a Berlusconi mi propone un programma votabile. Che loro non stanno lì solo per prendere fior di stipendi, o sì?
    E me state pure a fa’ diventà qualunquista…

  • @ abboriggeno: io ti deludo, ma ci pensi che io alle europee e alle regionali ho dato il voto a persone che il giorno dopo la vittoria già stilavano liste per le poltrone da occupare al governo senza avere uno straccio di programma?!

  • Anche a mè fa schifo questa sinistra ma non andare a votare significa lasciare il paese in mano a questi altri 5 anni e allora vedi come camperai bene tu e la tua mamma. Sei decisamente una radical-chic e ti meriti la situazione attuale.

  • Bisogna spostare l’IS in basso/sinistra!

  • Fate come cazzo vi pare, io sono gia’ stanco di sgolarmi pewr spiegare le cose alla gente, se mi devo anche mettere a litigare “in casa” proprio non ce la faccio.

    Cmq e’ grazie anceh a gente come voi che Berlusconi e soci hanno avuto una larga maggioranza e han governato fin’ora. Fate i conti.

    Poi quel che dite come critica a llasinistra lo condivido, certo, ma pensate che il “dispetto” non votando lo fate davvero ai politci del centro-sinistra che cmq stipendi da paura ce l’hanno lo stesso?? Eh Antar? Eh Flavia? O forse ve lo mettete nel culo da soli (e lo mettete in culo anche a noi)?
    Pensateci bene.

    un caro saluto

  • @abboriggeno: Sicuramente hai tragione pure tu, e non lo scopro adesso.
    Ma per me non è una questione di rispetto. È che proprio non ce la faccio.
    Per me certe cose, non se nemmeno dar loro un nome, sono più forti dell’istinto di conservazione. E questo anche in campi più importanti che non mi pare il caso di toccare quì.
    sarò un masochista, l’ultimo degli eroi romantici, un inguaribile idealista, ma per favore non chiamatemi radicalchic che sennò mi ticca bestemmiare per smentirvi.

  • Ovviamente era “questione di Dispetto”…
    Forse il punto è proprio il Rispetto, invece.
    Il rispetto nei nostri confronti

  • Beh, che dire, il LAPSUS era perfetto!! :)))

    (cmq per la cronaca non condivido la tua scelta, ma capisco benissimo le tue idee!!)

  • Questo è l’importante, credo.
    E ovviamente è reciprooco

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)