Ho vinto un mp3 legale

packardbellmp3.JPGLa fortuna è cieca e stavolta mi ha colpito in pieno: per sbaglio ovvio. Apro una confezione di cereali Crunch: grazie al codice all’interno della confezione potrei essere estratto a sorte per scaricare uno dei 12.000 mp3 *legali* in palio, oppure vincere uno strabiliante lettore mp3 Creative da 256mb. Dopo almeno altre 5 scatole buttate nel totale menefreghismo, decido di provare ad inserire il codice nel sito indicato, e scoprire se ho vinto qualcosa.
Digito l’indirizzo: si apre una pagina con una sola grande immagine di ragazzini che si dimenano ascoltando musica dal lettore suddetto, e un form bianco al centro che attende l’immissione del codice.
Sorpresa, ohibò: ho vinto un MP3, da scegliere dal vastissimo catalogo Packard Bell Music, sorta di iTunes de’ noantri. Un brivido di raccapriccio mi percorre rapido la schiena: che ci faccio con un mp3 legale? Che fate, prendete in giro? Chiedo perdono, il mio cervello non nota il nesso tra i vocaboli "emmepitre" e "legale".
Nel giro di un minuto la notizia si sparge per la casa e piombano in camera madre, padre e sorella tutti lieti di cotanta Grazia caduta sul sottoscritto. Mi viene dato un codice per ritirare il premio, clicco prosegui, lo incollo nel campo apposito e finalmente si apre il "vastissimo" catalogo musicale. C’è tutta roba da Mtv, pop americano, r’n b, hip hop, tiziano ferro e backstreet boys. Quasi in fondo scorgo per caso l’album dei Bloc Party, messo all’angolo tra un 50 cent e un’Anastacia che lo stavano gonfiando di botte. Decido di scaricare una canzone di quel disco se proprio devo, pur avendocelo già da tempo.
– Quel disco cel’hai già da tempo. – osserva per l’appunto mia sorella.
– Vabbè ma piuttosto che scaricare Tzn Frr…
– Comunque basta che apri Emule e lo trovi, che te ne fai? – continua sempre lei.
In effetti l’idea terrorizza non poco: che farne di un mp3 legale? Regalarlo alla morosa? Farne un pacco per i bimbi africani? Tenerlo in macchina per quando ti fermano i vigili?
Scelgo il brano all’interno del disco, clicco download. Un bonario messaggio di errore mi informa che la canzone scelta non è stata scaricata per svariati motivi scritti in codice php. Clicco indietro, provo con un altro brano dello stesso disco. Mi viene richiesto il codice: probabilmente la pagina è scaduta mentre sceglievo, penso io. Spiacenti: il codice immesso è già stato usato. Ma come? Io non ho ancora scaricato niente! Arroganti bottegai, che quando io ascoltavo i Queen voi ancora producevate personal computer per famiglie! Spilla quattrini di sto paio di balle, che quando io usavo Napster, voi ancora non ci pensavate all’emmepitre e ai soldi che vi state spartendo adesso da qualche parte nel Tennessee! (cit. ODP)
Chiudo la pagina, sollevato. Informo i parents che no, non sono riuscito a vincere niente anche stavolta e che possono star tranquilli che la cosa non mi dispiace affatto. Apro Emule sereno e mi concedo il download *illegale* di qualche manciata di album, così per stemperare l’animo.

5 Responses to “Ho vinto un mp3 legale”


  • A Pescara hanno arrestato gente che scaricava musica da internet (però loro la rivendevano anche in giro, causando danni, CC dixerunt, per 35.000 € l’ora ). Non è che alla prossima riunione di Ciccosoft dobbiamo portarti un cartoccetto di arance? 😛

  • Io pure ho un mp3 legale, regalato ovviamente, lo posso masterizzare solo 5 volte e solo sul mio pc.

    Che non ha il masterizzatore funzionante.

  • TheEgo, bellissimo sto post!!

    Cmq io farei come farebbe l’americano medio. Farei un gran casino e farei causa alla compagnia che produce i cereali per: pubblicita’ ingannevole, frode, e danni morali per l’illusione/delusione di non aver potuto scaricare l’mp3 legale promesso.
    La storia finisce su tutti i giornali e telegiornali e rubriche tv, specie quelli piu’ seri professionali come Studio Aperto, Verissimo, e per le testate cartacee Cronaca Vera, la Nazione (il Carlino), il Messaggero. Se ti va bene l’avvocato che sceglierai (tra la sfilza di legali che vorranno occuparsi del caso) fara’ fallire l’azienda dei Cruch per il rimborso miliardario (cosi’ diventi pure ricco) e il danno pubblicitario che verra’ sancito dal giudice. Dopodiche’ finirai anche sul migliore programma di approfondimento che abbiamo in tv in Italia, Porta a Porta, dove (tra gli altri) la dotta Clarissa Burt interverra’ a difendere la causa della compagnia di cereali.
    Sulla scia del successo ci scriverai pure un romanzo che promosso da Mediaset (edito Mondadori) sara’ un best-seller tascabile, cosi’ ti sarai pure consacrato, oltre che sistemato per sempre.

    Ecco, piu’ o meno ho scritto il soggetto per il nuovo libro di Jhon Grisham ambientato, a Ferrara.

  • [Ah, prima di fare quanto ti ho detto ricordati di distruggere tutti gli mp3 illegali, eh!!]

  • questo è un coming out (per restare in tema) di grande valore. sei un eroe.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)