Un mondo diverso è possibile

Visto che oramai siamo in confidenza mi permetto di porvi una domanda molto personale.
A voi capita mai di fare talmente tanta cacca che non va via tirando lo sciacquone una volta sola?
No, perchè a me capita. Questo fatto mi ha ispirato una nuova grande battaglia sociale e civile nella quale buttarmi a capo fitto senza ulteriori esitazioni.
Dopo la delusione per il risultato dei referendum, nella cui campagna mi ero speso come non mai, ho deciso di indirizzare le mie energie in cose più concrete, più vicine ai problemi della gente e che tutti gli italiani possano capire.
Sarete contenti di sapere che intendo battermi perchè si adottino in tutto il paese degli "sciacquoni intelligenti".
Mi spiego. Voi tutti, ad esclusione di un’illuminata minoranza che già adotta il sistema virtuoso (tipo mia zia di milano), siete abituati a scaricare acqua nel gabinetto premendo un pulsante, abbassando una leva e/o tirando una catena. Ogni volta che lo fate un contenitore, dotato solitamente di un galleggiante che gli consente di accumulare l’acqua in una quantità sempre uguale, si svuota completamente versando tutto direttamente nel water.
Questo semplice gesto è per voi qualcosa di estremamente naturale. Probabilmente non riuscite nemmeno ad immaginare un’alternativa.
Invece c’è: un rubinetto la cui apertura manuale consente di scaricare non sempre una quantità prefissata d’acqua, bensì la quantità che voi stessi potrete valutare di volta in volta necessaria a liberare il water del suo contenuto.
In questa maniera, ma l’avrete già capito da soli anche se siete italiani, si può ottenere un significativo risparmio, eliminandone gli sprechi, di quel prezioso elemento che è l’acqua facendo dello stesso un uso razionale e proporzionato allo scopo da raggiungere.
Geniale, funzionale, versatile ed assolutamente eco-compatibile.
Combatti anche tu con me per uno sciacquone migliore!

7 Responses to “Un mondo diverso è possibile”


  • Non so se stai scherzando o se -avendo postato alle 3 di notte- eri completamente ubriaco. Comunque vuoi fare un post di merda? Bene, facciamolo!

    Allora sappi che gia’ da molti anni sono in circolazione sciaquoni “intelligenti” come li chiami tu, con due regolazioni: una di flusso massimo, che svuota completamente l’acqua contenuta, l’altra che invece svuota finche’ non la fermi tu riabbassando la leva.
    Io a casa mia ce l’ho dal ’96 per esempio.

  • Lo sciacquone intelligente basta se la persona che lo usa non è intelligente? Non è che l’acqua si spreca SOLO con lo sciacquone..

  • Fondamentale questo post.
    Ma la maniglia che ho in casa da quando sono nato, più o meno trant’anni, mi fa pensare che sia fondamentale come il peperoncino piccante sul gelato al pistacchio. Così, tanto per dire…

  • Altro che radio, telefono o lampadina: la vera invenzione del ventesimo secolo è lo sciacquone.

  • Cavaliere Pallido

    anche io ce l’ho da parecchi anni quello a due regolazioni.

  • Dagli di secchiate scivola via tutto, testato! 🙂

  • Io soffro dello stesso problema, ma avevo pensato ad un’altra soluzione: premendo il solito tasto, oltre a cadere l’acqua, si appiattisce anche il gomito sotto il cesso (quello che permette all’acqua di stazionare), con un pistone che lo fa scendere epoi risalire pian piano, in modo tale che si venga a riformare la classica poizza d’acqua. In questo modo ecco che “il malloppo” se ne va senza incastrarsi in alcun dove.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)