Detto fatto

[ICQ, la settimana scorsa]
Attimo: lo conosci il blog di un suicida?
Attimo: http://primadipartire.weblogs.us/
Attimo: nei commenti dicono sia riuscito nell’intento
TheEgo: non conosco
Attimo: già
Attimo: meglio
Attimo: tristezza infinita
TheEgo: eheh
TheEgo: ma guarda che roba
TheEgo: pure segnalato da PI
TheEgo: beh è una boiata ovvio
TheEgo: dice che doveva uccidersi il 10
TheEgo: poi il 12 era ancora li
TheEgo: maddai
Attimo: post postdatato
Attimo: cmq affari suoi
TheEgo: boh non credo molto a ste cose
TheEgo: ah ma ha deciso che sia il 20 la data…
Attimo: sembra esserne convinto…

L’ha fatto davvero. Sono senza parole, e mi sento una merda.
Che nessuno di voi si provi anche solo per scherzo a dire che si suicida perchè chiamo la Polizia all’istante, siamo intesi? (Visto che è già capitato tusaiquando tusaichi, non ti ho creduto, e per fortuna non è successo, ora basta con questi siparietti. Sono stanco e mi fanno paura le persone che ci scherzano su.)

15 Responses to “Detto fatto”


  • Ecco una cosa che mi fa incazzare dei nostri tempi. Tgcom dice un sacco di cazzate, però se una notizia non viene riportata lì o su repubblica, non viene presa per vera. Bastava fare un whois sul suo vero blog per accertarsi della sua vera identità. E invece c’è gente che ha preferito sproloquiare, infamare, offendere, lui e la sua famiglia nei commenti. (ovviamente ego non mi riferisco a te)
    Pessimismo e fastidio.

  • Senza parole. Però, allo stesso tempo, se descrivere il gesto sul blog nasconde il desiderio neanche troppo inespresso di ricevere le attenzioni che nella vita non si hanno, non è anche la volontà di voler rendere la propria morte, nell’ inutilità della vita, un’ opera d’ arte e soddisfare il proprio egocentrismo ? In questa risonanza mediatica che mi pare stia avendo il fatto, quest’ ultima cosa l’ ha ottenuta, per quanto inutile, ma quel che temo è che più risonanza si darà al fatto, più rischi di emulazione si otterranno.

  • chissà, magari la sua era una richiesa d’aiuto e nessuno l’ha capito…

  • Io conoscevo quel blog praticamente dagli inizi. E sono uno di quelli che fatto una segnalazione alla polizia postale, per vedere di ‘fare qualcosa’, perchè ero convinto [a ragione] che era serio. Ho scambiato delle email con Ciro, nelle quali mi spiegava i motivi del suo gesto. Era lucidissimo, razionale, ne parlava come se stesse parlando di cosa avrebbe fatto ad agosto. Sapevo che lo avrebbe fatto, se qualcuno non lo fermava. Ho evitato di parlarne nel mio blog perchè credo che questa cosa possa sfuggire di mano, com’è successo in Giappone. Ad esempio, nei commenti al blog c’è un certo ‘Fra’ che dichiara di volersi uccidere. Lo stesso Fra che gli ha consigliato di usare una sedia pieghevole per scavalcare il parapetto del ponte. Uno che gli ha ‘dato una mano’. Ora, Fra è stato citato dal Corriere di ieri. Ho paura che, per avere ulteriore notorietà, questo ragazzo si uccida davvero. E’ anche questo il motivo per cui nn ne ho parlato nel mio blog, per evitare l’eccessiva ‘pubblicità’. Non che il mio blog sia letto da migliaia di persone, ovviamente, ma avete capito cosa intendo…

    @ Kay: quello che dici è vero, peccato che il suo ‘vero blog’ sia venuto fuori a fatti compiuti.

    Al di là di questo, cmq, mi resta solo amarezza in bocca, e tanta, tanta tristezza.

  • Io ho scoperto tutto mezz’ora fa, non avevo letto qui, l’ho trovato sul Corsera…fino ad ora avevo solo sentito parlare di squallide montature per cercare notorietà. Ma stamattina. Stamattina mi sento proprio male.

  • E’ terribile ma quasi inevitabile: purtroppo è quasi impossibile impedire ad un suicida determinato di farlo. La differenza, stavolta, è quella del medium. Ma queste cose son sempre accadute. Apprezzo comunque moltissimo chi ha cercato di impedirlo quando sapeva. UN abbraccio a tutti.

  • concordo con kay. ne ho parlato anche io.

    fetish

  • Io più che stare a giudicare la scelta (sbagliata) di una persona (probabilmente) rifiutata dalla società o comunque non oggetto dele attenzioni che magari in vita desiderava, vorrei sapere perché cazzo sui media ormai si parli di blog solo se ci sono di mezzo stupri, omicidi e suicidi… Andiamo avanti così ed iniziano a venirci a casa. Chè se abbiamo un blog, qualche problema ce l’abbiamo sicuramente. Ma vaffanculo…

  • Neubaten: mi riferisco a chi lo ha insultato dopo la morte e dopo l’apparizione del suo vero blog. Prima molto probabilmente sarei stata scettica anch’io.

  • Il fatto che faccenda fosse o non fosse vera, non faceva cmq differenza: il fatto “poteva” essere vero e tanto basta. Quel che colpisce non e’ l’atto in se’ (il suicidio), in ogni caso orrendo, ma il modo in cui sono state solleticate le reazioni, spesso voyeuristiche e morbose, del cosiddetto “popolo della rete”. Pornografia della morte, in certo modo.
    Bene ha fatto chi ha contattato la polizia postale. E mi auguro che l’emulazione non si diffonda. Per il resto e’ impossibile giudicare le motivazioni di chi fa una scelta cosi’ estrema. Occorre solo pieta’: per chi se n’e’ andato e per chi resta.

  • Ti diro’… saro’ cinico… ma fatico a provare compassione per uno che si ammazza con le sue mani.

    Per la sua famiglia, magari. Ma per lui proprio no

  • _in giro ce n’è un altro, ho letto su daveblog, che ha già programmato il suicidio_sta cosa mi fa pensare, non penso sia emulazione nè voglia di protagonismo_c’è qualcosa che mi sfugge e non so quale è_

  • Un collaterale: visti i motivi addotti per l’estremo (e plateale) gesto?
    Cherchez la femme..

  • Se mi è concesso un commento cinico, mi sembra strano che una certa signorina che a voi sta tanto simpatica non sia ancora venuta qui a rivendicare la maternità dell’idea.
    Fortunatamente per lei, è ancora in grado di farlo.
    All’epoca, ricordo che non ho guardato con grande simpatia all’iniziativa, ma ho sempre pensato (a ragione, è venuto poi fuori) che si trattasse di un gran gridare “Al lupo!”. E che in genere gli aspiranti suicidi non mettono cartelli di avviso.
    Sciagurata eccezione, quella di Ciro.
    Ha cercato forse in extremis una forma di comunicazione intima con gli altri, ma non trovandola si è dato per vinto.

    Non lo sapremo mai. Speriamo non venga imitato, ma teniamo presente che quello che troviamo agghiacciante non è tanto il gesto finale (i suicidi sono moltissimi, e raramente ci colpiscono allo stesso modo), quanto il fatto di aver coinvolto emotivamente centinaia di visitatori, di essere diventato una presenza vera e reale che ora ha scelto di non esserci più. E questo ci fa impressione perché è come se avesse ammazzato una parte del nostro immaginario.

  • Ego, pure se l’ha fatto davvero. resta comunque una boiata pazzesca.
    [Ste]

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)