Una promessa è una promessa

Ma chi te l’ha fatto fare? Solo per quadruplicare gli utili rispetto alla Champions League ti sei preso questa brutta gatta da pelare: sostituire 90° Minuto nel cuore degli italiani. Non si può dire che non ami il rischio.


Caro vice presidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi, hai vinto l’asta per i telediritti in chiaro del campionato che un tempo era il più bello del mondo. La Rai, che qualche settimana fa pensava di avere i diritti già in tasca (qualcuno glieli aveva promessi?), continuerà con le carte bollate e per provocazione ha offerto 100 euro. Caro vice presidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi, gli italiani tifosi di calcio per decenni la domenica pomeriggio alle sei si sono sintonizzati sulla prima rete della Rai. Adesso dovranno vedere pure un pezzo di Costanzo per non perdersi le prime immagini dei goal. Chissà se la Rai farà di 90° Minuto una specie di Controcampo ancora più chiaccherato condotto da Ilaria D’Amico che già lo faceva per Sky. Chissà se voi di Mediaset sarete in grado di offrire la stessa qualità e completezza delle immagini che era in grado di offrire la capillare organizzazione territoriale della Rai. Chissà se i telespettatori si abitueranno a vedere Carlo Pellegatti e Guido Meda là dove un tempo brillava la stella di Tonino Carino e Luigi Necco. Caro vice presidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi, stasera hai dichiarato al tuo Tg5 “E’ una svolta per la televisione commerciale italiana. Di certo ci guadagnano i cittadini che poi sono anche tifosi e telespettatori perchè per la prima volta un’azienda privata pagherà questi diritti e quindi per lo stesso cittadino saranno per la prima volta completamente gratuiti”. E ci mancherebbe pure che mentre tu quadruplichi gli utili noi ti paghiamo. Chissà se Simona Ventura manterrà la promessa di fare Quelli che il calcio senza calcio.

9 Responses to “Una promessa è una promessa”


  • gran bel post…

  • è la fine di un’epoca..e poi sapendo quanto noi italiani siamo affezionati alle nostre care vecchie abitudini, questo è un gran bel brutto colpo..ma va bene..con tutti i programmi sul calcio che fanno di recente, il 90° mancherà si per un pò, ma poi dai verrà abilmente rimpiazzato da un altro simile li alla mediaset..

  • Accanirsi così intorno ad una salma…
    meglio aspettare sull’ansa del fiume che la suddetta passi. Forse a quel punto, quando la serie A avrà tra le sei e le otto squadre, e poi direttamente i dilettanti, forse si tornerà a godersi il gioco più bello del mondo.

  • Che schifo, è un indecenza… W Paolo Valenti

  • “la capillare organizzazione territoriale della Rai”
    Beh quella che tu definisci “capillare organizzazione” è in realtà un peso elefantesco che condiziona inevitabilmente tutte le scelte editoriali della rai…
    Per una semplice cronaca di una partita della Nazionale vengono scomodati, tra telecronisti, commentatori sul campo, opinionisti da studio, intervistatori a bordo campo, intervistatori nei cessi, circa 6/7 “parlatori” [pochi muniti del tesserino dell’Ordine dei Giornalisti]…
    Così come per una giornata di campionato vengono distribuiti in giro per l’Italia una ventina di persone le cui mansioni extra domenicali non si sa quali possano essere…
    Insomma la rai oramai si è trasformata in un baraccone di dubbia professionalità ma di sicura spesa che succhia alla ex opulenta mammella delle finzanze italiane…
    Anche Mediaset ha le sue spese, ma almeno sa inventarsi forme di guadagno originali ed efficaci…
    Basti pensare che per non tenere una barca di giornalisti nullafacenti durante la settimana si sono inventati il giornale “controcampo” che garantisce le entrate almeno sufficienti a tenere a galla tale imbarcazione…
    Non ho particolare simpatia per la famiglia Berlusconi, ma nemmeno un occlusione mentale tale da impedirmi di vedere i loro meriti IMPRENDITORIALI [non politici!!!]: se riescono a quadruplicare i loro guadagni in un settore in cui la rai risulta in perdita, lode e merito alle loro teste trico-benedette!!! 🙂
    Se la rai tornasse ai gloriosi tempi di Nando Martellini, che con bravura e professionalità garantiva da SOLO un’efficacissima telecronaca di una partita, forse avrebbe i soldi per acquisire i diritti del campionato e dei mondiali tedeschi…
    Invece si pensa solo a sfamare pantacruelici giornalisti [vedi Galeazzi e Tosatti] perdendo di vista il vero obiettivo di un servizio pubblico che sarebbe quello di assicurare agli utenti [alias paga-canone] la libera visione di eventi di grande interesse nazionale!!!
    In definitiva non penso sia un male questo passaggio di consegne e spero che sia anche l’inizio di una seria riflessione sull’utilità della tv pubblica italiana divenuta oramai una mangia canone a tradimento.
    Saluti e buon campionato a tutti!!!

  • Beh, per anni ho visto la Venier per aspettare 90°, Costanzo non sarà certo un trauma! Così come è vero che da anni non c’erano più Valenti (tanto di cappello!!!) NeccoCarinoBubba e compagnia bella ma presunti cronisti abbastanza inutili… E in tutta onestà è molto meglio la Ilaria D’Amico che la Paola Ferrari. Ben venga Mediaset, e a questo punto se i soldi del mio canone potessero non andare più a quella burletta che chiamano Televisione di Stato sarei un uomo felice.

  • ma perchè scandalizzarsi di tutto cio’?
    E’ visibile a tutti la professionalità della mediaset e la deficienza della rai, no?

  • I bei ricordi sono legati a “Macello” Giannini, Tonino Carino da Ascoli, “Pummarola” Necco, etc…
    Quelli di oggi non li rimpiange nessuno….

  • Scusate ma di che cosa vi scandalizzate? invece di vedere le azioni dei gol su Rai1 le potremo vedere su Rai5. tutto qui.
    vi prego di non parlare di efficienza sulla rai… quando cìè da sedersi su una sedia anche i piccoli (in tutti i sensi, anche fisici) politici, e non imprenditori, piazzano il proprio uomo. Il quale, forse, un giorno penserà che poi 90minuto non è così importante e caso mai ne parlerà a cena tra amici… cosa c’è di male? io non lo capisco…

    Baciamo le mani…

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)