Bignami: estate 2005

Constatate le temperature quasi autunnali, nonchè il rientro in massa degli italiani sempre meno vacanzieri possiamo iniziare a tracciare un piccolo riassunto dell’estate duemilacinque. Estate che ricorderemo anche per questo:

I tormentoni musicali. Senza ombra di dubbio, lo scettro va a (Tanto)3 di Jovanotti, canticchiata e conosciuta da tutti da Courmayeur a Pantelleria, alla faccia della leggera estate dei Negramaro e di quei buontemponi dei Negrita che hanno rotolato a sud per il Brasile. Di questi tempi, avere un tormentone estivo chiaro ed univoco è già qualcosa.

Sudoku. Impossibile trovare persona che non sia stata contagiata dalla più meravigliosa "febbre" enigmistica studiata a tavolino che si possa ricordare. Le edicole sono piene di nuove riviste specializzate, le librerie rigurgitano libri sull’argomento, in ogni dove c’è un matematico che gongola e un logico che compila caselline. Gli italiani si riscoprono amanti dei numeri piuttosto che delle belle donne. Durerà?

I braccialettini LiveStrong. Di ogni colore possibile, purchè portato in coppia con un altro e con inciso ogni tipo di scritta. Si passa da quelli a sostegno della pace a quelli per la lotta al tumore, da quelli Nike a quelli del bagno 25 di Riccione, l’importante è che ci sia scritto qualcosa e sia in quella deliziosa gommina tirapeli del braccio. Basta robacce tribali o braccialettini dei marocchini. Chi non l’ha è decisamente "out".

Infradito. Intramontabili monumenti della scomodità, icona del vero fighetto da spiaggia che non li toglie mai, nemmeno per andare al ristorante di lusso con la propria partner ingioiellata. Supertrendy gli Havajanas, con o senza la bandierina brasiliana incastonata nella gomma, l’importante è spendere quei 15-20 euro per due solette di caucciù che all’Ipercoop vengono 2 euro e cinquanta a dir tanto.

Aperitivo cena fuori. Immancabile il rito dell’aperitivo in spiaggia o sul lungomare ormai affermatosi un po’ dappertutto. Dalle sei alle dieci di sera la gara è a chi riesce a mangiare di più insieme ad un cocktail alla frutta trancia-intestino. A seguire cena fuori, dove lei prenderà un’insalatina leggera poichè satolla degli stuzzichini già inglobati. La trovata 2005 è l’aperitivo in piscina, come nel 2004 e pure prima, solo stavolta si sta direttamente dentro l’acqua. Con l’infradito e il braccialettino, ovvio.

Costumi da bagno. Decisamente poco di nuovo da registrare. Per favore facciamo sparire in fretta quegli orrendi boxer a fiori bianchi hawahiani su sfondo blu o rosso. Dopo tre anni possiamo pure rivedere il concetto di "bello", no?

Maltempo. Da nord a sud, a ferragosto gli ombrelli erano aperti, con buona pace di metereologi e giornalisti, che fino all’ultimo hanno taciuto l’orrenda verità d’accordo con gli albergatori disperati. Meno incendi del solito dunque e inevitabilmente bellissime montagne verdi marcella bella.

Città piene. Il trend turistico è negativo e i prezzi alle stelle così ci si arrangia come può. L’estate 2005 gli italiani l’hanno passata a casa, con qualche gita fuori porta e con i condizionatori accesi. Qualcuno ha visitato la propria città scoprendone scorci incantevoli, qualcuno ha organizzato tornei di tresette in cortile, tutti più o meno hanno consumato N volte prosciutto e melone mentre le cicale cantavano beate in mezzo ai campi gravidi di granturco. Tutti inoltre hanno guardato la tv nella fascia preserale e vi hanno trovato Pupo sorridente.

Tv. Pupo corteggiato dalla Rai. Pupo personaggio tv dell’estate. Pupo. Non serve aggiungere altro.

Caos campionato di calcio. Immancabile come ogni anno. Leggermente più tranquillo almeno sotto il piano dei diritti tv, si parte tra pochi giorni come se niente fosse. Per fortuna a riempire le pagine dei giornali ci ha pensato il Genoa, tra valigette piene di soldi e mirrorclimbing a suon di avvocati. Nel marasma di calcio estivo (criptato) emerge una squadra come sempre: l’Inter. Anche quest’estate, ebbene si, pare sia il loro anno buono.

21 Responses to “Bignami: estate 2005”


  • Sudoku: io non ne ho mai fatto uno 😛 alzo la manina e rivendico di essere quella persona. Ammetto però che io & Lisa non abbiamo resistito a scambiarci un braccialetto taroccato LiveStrong.
    Maltempo: 😛 gli ombrelloni saranno stati aperti, ma il tempo faceva schifo & le spiagge a pagamento a parte poche eccezioni tutte vuote. W le spiagge free!

  • Pur non portandole al ristorante ho provato anche a guidare con le infradito.
    Dopo aver spazzolato un tornante a 80 all’ora senza riuscire a trovare il freno mi è passata la voglia.
    =)

  • Costumi da bagno: ho notato fra le donne un proliferare di chiappe di fuori, con mutande che sono una via di mezzo tra lo slip e il tanga, che dio li benedica. Sono una novità o ero io ad averci gli occhi foderati (o la morosa davanti) gli anni scorsi?

  • Eccola qua, una che non si è data al Sudoku. Al liceo avevo quattro fisso in matematica: non vedo perché dovrei mettermi a fare i conti adesso che finalmente non ci sono più costretta. Ah, neanche il socio fa il Sudoku. Quindi siamo in due.
    Un’altra cosa che mi sento di dire di aver fatto è l’aperitivo con cena. Nel senso che prima ho fatto l’aperitivo e poi ho cenato. Ovviamente poi non riuscivo più a stare in piedi da quanto avevo mangiato 😀
    Last but not least, se Jovanotti è riuscito ad arginare il disastro ambientale che sarebbe stata un’estate con colonna sonora di Negrita. Peccato per i Negramaro, la canzone è davvero carina.
    (OK, basta, non posso più rimandare.
    Devo chiamare il commercialista.)

  • Manco io faccio sto sudoku. Me fa sudà. Siamo in tre. E chissà quanti altri… :-p

  • Che bello, le cose su cui avevo scelta sono riuscito ad evitarle: per me questa estate niente Sudoku, niente braccialettini LiveStrong, niente infradito o costume infiorato. Non so come, sono anche riuscito ad evitare i tormentoni musicali. Invece Pupo e il caos precampionato li ho dovuti subire come chiunque altro. non mi posso lamentare troppo, no?

  • tormentoni musicali: assolutamente everyday i love you less and less dei kaiser chiefs.

    sudoku: l’ho scoperto io per prima, ho diffuso il verbo, ora mi trovo ad essere l’unica sana di mente che ne fa uno ogni tanto, mentre il mondo intorno a me è completamente fuori di testa per i numerini magici.

    braccialetti: segnalo quelli marchiati papeete. raccapriccio.

    infradito: le adoro, dunque no comment.

    segnalo inoltre che è stata l’estate delle vacanze in croazia. tutti in croazia, o, al massimo, in grecia.

  • ma diciamolo che Jovanotti si vincerà il Festivalbar alle spalle del buon Mingardi!!!
    sto (tanto)3 è solo la copia di benessum!
    boicottiamo il verofinto frikettonebarbone!

  • Aluccia: niente da dire per le infradito indossate dalle ragazze…sono i maschi che diventano quasi ridicoli quando non le tolgono più :-p
    Silvia: il buon Mingardi è una spalla sopra a tutti, altro che Festivalbar 😉

  • no pupo non me lo voglio ricordare, per favore.

  • …e che dire di un’altro tormentone 2005:l’uso smodato di “piuttosto che”!x prima la Lecciso,ora lo si sente incessantemente dai bar ai tg nazionali,il più delle volte usato impropriamente.Buon tormentone a tutti!

  • Per Aluccia: i compagni di classe delle superiori di un mio amico giocano a sudoku da 12 anni almeno, ma non è la prima volta che a Ravenna fanno le cose prima degli altri… come minimo il prossimo anno tutti a giocare a mahjong o a pachinko, cosa che loro fanno da secoli… e tutti a dire “il gioco dell’estate”! Ma vaffa. (non ad Aluccia ma al futuro gioco-tormentone, si intende)

    E va aggiunto che il sudoku non è un gioco matematico, basterebbe qualsiasi set di nove simboli per farlo, per esempio le lettere, o delle figure geometriche ecc.

  • Vada per Jovanotti ma non è il massimo, mai giocato a sudoku (non so nemmeno cosa sia e come si giochi), mai messi braccialetti ed infradito, aperitivi come tutto l’anno, maltempo scongiurato (ho avuto fortuna), un paio di boxer hawahiani e uno aderenti da piscina, vivo in campagna, mai visto il programma di pupo in tv, sono contento per le squadre che sono fallite (si vede che se lo meritavano, sono tifoso perugino, mi spiace per il grifo ma è giusto così)… non mi riconosco in nessuno di questi tormentoni, e quasi quasi ne sono fiero! Ciao

  • aiuto!!!
    ho detto: “sudoku: l’ho scoperto io per prima…”
    intendevo, anzi, sottintendevo: a casa mia.
    nessuna pretesa di averlo scoperto, per carità!!!

    (è che devo rileggere, prima di postare. scusate.)

  • Cos’è il sodoku???? L’unica cosa che mi sento di contestare sono le infradito…troppo comode…tutto il resto speriamo finisca con il passare di questa estate (pupo compreso)!!!!

  • Il braccialetto de caucciù mettitelo tu.
    L’infradito al ristorante mettitele tu.
    Il gelato al cioccolato sorbiscitelo tu.
    E tieniti anche per te il tuo concetto di “bello”.
    Io mi tengo i miei fiori hawaiiani su sfondo giallo fluo.
    Tiè.

  • Mi ritengo fortunato:

    mai tentato il sudoku
    niente braccialetti colorati
    niente infradito
    niente aperitivo
    sole a ferragosto in Sardegna!

    il mondo è bello perchè è vario!

  • @ Giulia, eri troppo brava in matematica cavolo, io avevo tre fisso, e solo perché, ringraziando il cielo, non metteva voti più bassi a fine quadrimestre. Una volta son riuscita pure a prendere 1,5, mi consolo pensando che c’è chi prese – 2 & 0,5.

  • Te sei scordato il raduno dei ciellini e i relativi interventi ai confini della realtà, vedi quello del Pera. Parliamo di un macigno che ad ogni agosto si chianta sulle nostre esistenze.

  • direi che hai fatto una buona sintesi dell’estate 2005…
    io in salento ho trovato sempre il sole..non ho giocato al sudoku (l’ho scoperto ieri tornando in ufficio un collega mi ha spiegato che è il gioco dell’estate ma io mi sono data alla sett. enigmistica..classico…)

    comuqnue buona giornata e appena riesco leggo meglio il tuo blog intanto complimenti…
    bacio buona giornata

  • Non ho mai giocato a soduko, ho evitato come la peste i braccialetti in gomma con le scritte e le infradito le ho comprate 2 anni fa a 5 euro con netto anticipo.
    Ho sempre amato non essere classificata

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)