Due miseri punti in più

L’altro giorno, a bordo della Dot Fiat di Attimo insieme al Pittore, ci si trovava a dover portare una enorme tela che non entrava in macchina. Facendo l’insano gesto di tenerla sul tetto reggendola con il braccio dal finestrino, e restando così senza cinture ci si chiedeva quanti punti avremmo perso sulla patente nel caso che.
– Tra l’altro ne abbiamo ventidue ora di punti! Abbiam chiamato il numero verde e ce li hanno aumentati! – spiega trionfante Attimo.
– E’ vero – continua il Pittore – basta chiamare per avere quei due punti che il Governo ha dato agli automobilisti disciplinati.
Al che mi indigno, perchè non sapevo nulla. Mi indigno perchè mi pare impossibile che siano così subdoli da richiedere una telefonata per farseli aumentare, così che le vecchiette non lo sapranno mai. Io stesso per quanto legga tante cose in internet, non ne sapevo nulla. Mi danno il numero e lo segno sul cellulare per chiamarlo appena ho tempo. 848782782.
– Ma questo per me non è affatto un numero verde!
Vengo zittito e mi spiegano che è un numero verde, ma si fa solo dai numeri di rete fissa.
Come mio solito non mi fido perchè mi sembra di ricordare che 848 è un numero a pagamento, ma resto zitto meditando di scrivere un post risentito su questa cosa e per segnalare il tutto a chi come me non ne era a conoscenza.
Dieci minuti fa, cerco su Google ed incappo in questa cosa…


Il numero 848-782.782 non regala due punti in più: si limita a indicare quanti punti si hanno già. I due punti in più fanno parte di quelli dati automaticamente a tutti gli automobilisti aventi diritto, per cui non è necessario fare alcuna telefonata per averli.
Inoltre il numero indicato non è un numero verde, ossia non è gratuito. Costa quanto una telefonata urbana.

Maddai. Mi sembrava che. Eppure… (segue risatina…)

Ulteriori particolari, che vi consiglio di leggere, a quest’indirizzo. All’erta con queste buffonate, che non vi capiti di fare i boccaloni e regalare soldi allo Stato quando non serve, solo per una voce che corre incontrollata su internet.

14 Responses to “Due miseri punti in più”


  • La solita cosa italiana, da furbetti di quartiere. Io manco l’ho chiamato ‘sto numero. Primo: perchè la cosa mi annoia. Secondo: uno ha venti punti. Se fa delle cazzate (scusate il termine) li perde. Che c’è di tanto difficile da doversi inventare i numeri, i punti più, i punti in meno. Dovremmo seppelirli con una risata. State bene. Cyrano.

  • Basta però che alle 2 di notte di venerdì d’agosto passi davanti a una scuola ai 64km/h e vedi che i punti magicamente tornano ad essere 20..

  • Il fatto dei punti della patente è una vaccata pazzesca.
    Con venti punti, un automobilista medio che non guidi troppo spesso ubriaco, può durare anche 165 anni. E se pure dovessi scendere a zero, oh, sticazzi. In sei anni di patente, non sono mai stato fermato UNA VOLTA e faccio circa 200 infrazioni al giorno passibili d’arresto.
    [Ste]

  • Dai, dillo un’altra volta!

  • Esaudiscilo!

  • Io sono andato a visitare il blog di Paolo e, purtroppo, devo dire che è proprio brutto.

  • quoto.
    Orribilmente brutto.

  • Uno scassamaroni del genere? Ma non c’ho pensato nemmeno, ad andare a vedere. E mi secca che si chiama come me… e “esaudiscilo” era inteso per “cancellalo”.

  • io da grande voglio fare la cercatrice di post per libero blog

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)