I soliti vecchi costumi della gente

BancoAlimentare.jpgPer onorare quel residuo da bravo ragazzo che mi resta, questa mattina mi sono svegliato di buon mattino per recarmi al vicino supermercato. Per l’ottavo anno consecutivo ormai, ad aiutare nell’organizzazione del Banco Alimentare spostando pacchi e sistemando i prodotti nei vari scatoloni, pesandoli e talvolta, distribuendo alla gente in ingresso l’apposita sportina e il volantino. E la cosa più interessante resta l’osservare la reazione della gente ad una banale richiesta di aiuto per i poveri. Un pacchetto di zucchero, uno di farina, un sacco di pasta, anche solo una scatoletta di tonno, a discrezione del consumatore. Così ti capita il distinto professore universitario di mezz’età, che fa i complimenti, consegna una sporta stracolma congratulandosi con un cordiale "Stimo molto quello che fate".
Capita però pure la fascistella del vicinato, unica in una mattinata di viavai al supermercato a fermarsi apposta per polemizzare. "No ‘ste cose non le faccio, perchè poi lo so come va a finire con questi aiuti! Lo sapete che fine han fatto le cose che avete raccolto l’anno scorso? Sono in un magazzino a marcire. Bella roba!", dimostrando oltre a scarsa intelligenza e rozza bassezza, di non saperne proprio nulla, sulle modalità e i tempi di distribuzione della raccolta del Banco Alimentare.
Chi l’ha creata la cultura di destra, l’intolleranza e l’arroganza tipica di questa gente? Come si può educare le nuove generazioni con tale "senso civico"? Non me lo riesco mai a spiegare.

14 Responses to “I soliti vecchi costumi della gente”


  • L’equazione Destra=Intolleranza è automatica? Forse è arrogante perchè è arrogante di suo. Arroganti si nasce, fascisti si diventa… Non “giustifichiamo” con la politica certi comportamenti di merda. (in ogni caso,tanto per smentirmi nell’arco della stessa frase, concordo con te)

  • Non facciamo di tutta l’erba un… “fascio”! La mia cultura non è di certo di sinistra, ma ho sempre contribuito a questo tipo di iniziative. E se c’è qualcuno che polemizza, è perché effettivamente in altre iniziative simili è successo che il cibo non arrivasse a destinazione. E non è una leggenda metropolitana. Buon week-end! 😉

  • Non sono di destra, tuttaltro, ma mi sembra che dubitare dell’uso che viene fatto di qualunque forma di offerta sia buonsenso e non intolleranza. Quella la dimostri tu, a fiumi, nel definirla “fascismo”.

  • Eh si, la destra è il Male Assoluto da sconfiggere grazie agli Eterni Buoni di sinistra..
    Comunque anche tu dimostri una notevolte ristrettezza mentale credendo nello stereotipo destra=arroganza!!!

  • Non ho definito fascista a caso la persona che è entrata. La conosco, e ho avuto modo di parlarci spesso. So come la pensa politicamente e come si è comportata in tante altre occasioni. Come lei ho visto tanta altra gente simile che mi portano a generalizzare, sperando di sbagliare, certo. Consapevole di aver generalizzato e aver ribadito un luogo comune nel dire che la cultura di destra è portatrice di arroganza. Eppure: ehi, ma è vero caspita! Vi siete mai guardati attorno? Le occasioni di disprezzo e di maniere forti non sono forse tipiche di una cultura di un certo tipo? Il che non implica che siano sbagliate o eccessive, anzi possono tranquillamente starci in più di un’occasione. Però suvvia svegliatevi un po’ e riconoscete l’evidenza.

  • il banco alimentare è un’iniziativa cilellina (sì, comunione e liberazione). vi pare di sinistra?

  • Già… ad ogni modo è apartitica. Anche Cielle c’entra mooolto alla lontana ed anzi fortunatamente non ho visto nessun ciellino tra i volontari del mio quartiere. Ne’ sabato ne’ in passato. Eravamo soprattutto studenti ed abitanti della zona.

  • che tu nel tuo quartiere non abbia visto ciellini è normale. ma cielle non c’entra alla lontana. il banco lo fa la compagnia delle opere. il presidente del banco è un prete di cielle. per la precisione

  • in ultimo: controlla l’indirizzo della sede del banco alimentare e della sede nazionale della compagnia delle opere.

  • Ho visto 😉 Incredibbbbile. Li difenderò solo per stavolta. Ma che non ricapiti :-p

  • ci mancherebbe, l’iniziativa è lodevole. e te lo dice uno che si è spaccato la schieda ieri per 12 ore al magazzino del banco alimentare di brescia.

  • E chi se ne frega se l’arrogantella di turno era fascista?
    Era arrogante e basta.
    E chi se ne frega se l’iniziativa del banco alimentare é di CL?
    E’ una lodevole iniziativa e basta.
    Cominciamo con l’esprimere una cultura finalmente diversa se vogliamo criticare quella degli altri.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)