Si, avete capito bene

Bel dilemma, nei prossimi giorni. Credere di più all’abolizione dell’Ici o alle dimissioni di Emilio Fede?
(Antonio Dipollina, Repubblica)

inutilecheguardichisia-ignorante.jpgCome più volte annunciato ai suoi collaboratori questa sera è andato in onda l’ultimo, geniale e raccapricciante al tempo stesso, spot elettorale del Cavaliere. L’asso nella manica per l’ultimo appello televisivo concessogli senza diritto di replica. L’ultimo tentativo di ribaltare l’esito di un voto che secondo i sondaggi appare ormai scontato da mesi per quanto inaffidabili siano queste rilevazioni demoscopiche.
Memore del disastro dell’altra volta quando perdendo di vista il tempo venne bruscamente interrotto, questa volta Silvio si è preparato a puntino. La voce limpida e distesa, sguardo alla telecamera ed ecco di nuovo lo spot personale che va in onda. E’ suo l’ultimo intervento: "Aboliremo l’Ici. Avete capito bene, è una scelta coraggiosa ma la dobbiamo fare". Coupe de theatre, in gergo tecnico. Attimo di smarrimento nelle case italiane. I comunisti sobbalzano. I peones del Berlusca sbalordiscono orgasmando. Poi quel dito puntato verso gli elettori: "scegliamo di andare avanti", e quel sorriso bonario e sognante presente nei nostri peggiori incubi dal ’93 quando "scese in campo per occuparsi della cosa pubblica".

L’ultimo assalto del re delle televisioni è mediatico. E’ giocato sulla capacità comunicativa, sulla forza di un sogno irrealizzabile e di uno slogan populista capace di smuovere le coscienze degli italiani che credono ciecamente a chi sventola sotto il naso proposte allettanti a suon di titoloni. Servirà a qualcosa?

Ecco, a mio modestissimo avviso, la scena andata in onda questa sera è l’ultimo atto di un Re ormai prossimo alla fine. L’ultima spiaggia di un delirio iniziato ormai qualche tempo fa e che lo sta rodendo dentro sempre di più fino a togliergli il lume della ragione. E’ parso un grido disperato: "votatemi vi prego, farò qualunque cosa purchè apponiate quella fottuta croce al posto giusto!". Non bastavano i treni gratis, gli stadi, i teatri e il cinema a sbafo per i settantenni. Non era sufficiente il milione di posti di lavoro promesso anni fa e mai mantenuto del tutto. Più figa per tutti? Troppo giovanile e poco opportuno per conquistare i consensi dei cattolici. Pensa che ti ripensa, cos’è che può interessare tutti gli italiani senza distinzioni, affinchè si convincano della bontà del mio programma? La casa, perdinci. Gli italiani son tutti casa e famiglia.
Al diavolo tutto il resto, che importa di programmi e serietà, dei numeri e delle altre promesse. Dimenticate tutto e ascoltatemi ora: avete capito bene. Vi prometto un nuovo sogno italiano, fidatevi di me.
Se tutto ciò dovesse provocare uno spostamento di voti consistente il pareggio elettorale sarebbe un’ipotesi da non scartare, anche se pare palese anche al più ignorante di noi l’inattendibilità di una simile sparata, nonchè il tentativo di volersi giocare l’ultima disperata chance, ammettendo così implicitamente di essere sfavorito allo stato attuale delle cose.

Esistono a questo punto due soluzioni alla vicenda che salvino i nervi dell’elettorato di centrosinistra e ristabiliscano la giustizia sociale in questo paese. Escludendo la prima che prevederebbe l’allestimento di un nuovo Piazzale Loreto o una revolverata stile Kennedy assai improbabile qui in Italia, non resta che il voto, dove si spera la maggioranza degli italiani possa urlare forte il suo VAFFANCULO ad una persona del genere.

16 Responses to “Si, avete capito bene”


  • ho linkato questo post nel mio blog.

  • Ha detto silvio che ha parlato con tremonti, i soldi ci sono.
    Siamo a cavallo.

  • Purtroppo B. si è preparato meglio stavolta e ha recitato il suo copione, quello che funziona coi suoi elettori (accuse continue all’avversario, promesse al vento ma col tono fascinoso da tele-imbonitore che ne ha fatto la fortuna).
    E con l’annuncio shock finale avrà conquistato una manciata di voti tra gli indecisi che non si erano addormentati.

    Però la cosa potrebbe anche rivolgerglisi contro: non si vota domani, e ora per una settimana non si parlerà d’altro e dovrà spiegare LUI stavolta dove trovare i fondi per abolire l’Ici…

    PS. Avrebbe potuto anche promettere lo scudetto all’Inter.

    E notevole la sparata sul vicepresidente donna (segno che è davvero sicuro di perdere: chi ci potrebbe mettere???)

  • Non ci sono donne che si prestano in effetti… :-p

  • Domenica vedremo che popolo siamo diventati. Però lo ammetto, se prometteva quella cosa là, quella “troppo giovanile”, per citarti, l’avrei votato. :-p

  • Non mi preoccupa il Berluska quanto gli altri due avvoltoi. E quello più nero agli occhi della gente è purtroppo il più credibile.

  • vabbè dopo l’ abolizione deill’ ICI manca davvero solo la promessa di ballare tinto di verde fosforescente una mazurca mangiando polenta, il tutto camminando sulle braccia…

  • Per me il sig. B. è il sunto stesso delle peggiori porcherie italiane, un’icona che le raccoglie tutte: il distillato e la crema. La nausea mi attanaglia spesso in questa campagna elettorale, ma mi ha attanagliato talmente tante volte in questi 5 anni che quasi non me ne accorgo più. Ora la nausea sta lasciando il posto al terrore. Ho una paura fottuta che qualcuno sia così deficente da credergli ancora, oh! l’han fatto una volta e non era certo meno palese allora chi stavano per votare. Lunedì notte sarà una lunga notte. Forse, come dice qualcuno, se vincono i sinistrorsi non cambierà nulla ma almeno la nausea diminuirà.

  • Fidatemi di me.

    E’ parso un grido disperato: “votatemi vi prego, farò qualunque cosa purchè apponiate quella fottuta croce al posto giusto!”. Non bastavano i treni gratis, gli stadi, i teatri e il cinema a sbafo per i settantenni. Non era sufficie…

  • vincerà, perchè dice all’italiano quello che si aspetta.
    e l’ici, cari miei, pesa eccome.
    poi, che mandi in rovina i comuni, è un altro discorso.
    gli indecisi, se sono indecisi, sono quelli + sensibili al voto di scambio. eccolo qua.
    auguri

  • vincerà, perchè dice all’italiano quello che si aspetta.
    e l’ici, cari miei, pesa eccome.
    poi, che mandi in rovina i comuni, è un altro discorso.
    gli indecisi, se sono indecisi, sono quelli + sensibili al voto di scambio. eccolo qua.
    auguri

  • E quando ha detto che l’Italia è un azienda complicata? Io non sono mica dipendente! Né credo che l’Italia sia un’azienda!!

  • Purtoppo gli italiani sono divisi e lo saranno ancora. Il VAFFANCULO che tu auspichi penso ci possa essere, ma sarà soltanto il moto di una rivolta penosa stilisticamente per un paese democratico(Fassino ne è il simbolo, anche fisicamente), che la sinistra ha ridicolamente inscenato in questi 5 anni di piagnistei e che riscuoterà tra breve… Berlusconi per fortuna a già vinto in questi ultimi 10 anni e +. Ha portato un vento innovatore nell’italietta, fallendo anche. Non vi è dubbio che vi sono alla base due concezioni diverse dello stato: l’assistenzialismo della sinistra, e l’antistatalismo della destra, ovvero il modello americano. E’ tristissimo quindi, che di fronte a due posizioni motlo diverse ma legittime entrambe, si opponga una rabbia così feroce e malsana nei confronti di Berlusconi, solo perchè è un uomo intelligente, furbo e scaltro, che si è arricchito con abilità e con delle furbate non poi così gravi mettendo il tutto sul piatto della bilancia. A meno che non si è dei frustrati-moralistoni che intendono insegnare a vivere bene agli altri. Dipende tutto dai punti di vista, ma non prendertela così quindi, solo xchè ha fatto un ultimo colpo basso – straordinario stilisticamente, raffinatissimo per come lo ha congeniato – da genio della comunicazione politica, come è.

  • Prodi VS Berlusconi, ritorno: 0 – 1

    Il Cavaliere vince al fotofinish.

  • “delle furbate non poi così gravi”…beh allora non c’è molto da discutere se la si pensa così 🙁

  • è veramente una scelta coraggiosa e sofferta quella di rinunciare ad una tassa che non incide nel bilancio statale… senza spiegare come far sopravvivere i comuni… un mito

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)