La zappa sui piedi

Non bastasse il voto degli Italiani all’estero, adesso si scopre che se non avessero applicato “la porcata”, la CdL avrebbe vinto, e pure con un ampio margine.

«Abbiamo simulato l’esito delle politiche del 2006 con le regole del 2001: la Casa delle libertà avrebbe vinto. Alla Camera avrebbe ottenuto 320 seggi, 245 col maggioritario e 75 col proporzionale. Al Senato, 166 seggi, 129 dalla parte maggioritaria e 37 da quella proporzionale. In entrambi i casi senza tenere conto di eventuali seggi ottenuti in Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, e tra gli italiani all’estero. Con il nuovo sistema, la Cdl non ha sfruttato gli exploit concentrati in circoscrizioni e Regioni, nelle quali avrebbe conquistato la quasi totalità dei seggi maggioritari.
Applicando i parametri di un semplice modello statistico stimati con il sistema vigente nel 2001 abbiamo simulato l’esito delle politiche del 2006 con le regole del 2001: la Casa delle libertà avrebbe vinto, anche se meno largamente rispetto al 2001. In Italia, avrebbe avuto infatti almeno 320 seggi alla Camera (contro i 277 ottenuti), e almeno 166 al Senato (contro i 153 ottenuti). Avrebbe cioè ottenuto la maggioranza indipendentemente dall’esito del voto dei residenti all’estero.»

Il resto su www.lavoce.info

11 Responses to “La zappa sui piedi”


  • Mi sembra strano… comunque ne prendo atto.

  • E’ nato un blog di informazione e resistenza sui risultati elettorali del 10 aprile, su iniziativa di Roberto di Nunzio (Reporter Associati International), Rodrigo Vergara (ArcoirisTv) e Lello Voce. Visitatelo

    http://www.25aprile2006.splinder.com

    Sul sito il testo di un appello per accelerare l’insediamento del Governo Prodi

  • non mi convince per niente. Il csx al proporzionale ha sempre preso meno voti, anche nel ’96.
    A queste elezioni, per la prima volta, ha sopravanzato la CDL al proporzionale (per la Camera).
    Al maggioritario/uninominale il csx è sempre stato forte perché conta molto la persona che candidi, quindi il radicamento nel territorio quindi il personale politico che hai a disposizione. Non mi pare corretto fare inferenze con un voto che è andato come andato anche a causa della legge elettorale (senza preferenze). Secondo me con la vecchia legge vinceva comodamente la sinistra.

  • @ stone e DS: non è un tentativo di golpe da destra, è un divertissment fatto considerando i meccanismi di votazione del 2001 e i voti del 2006. Vogliono solo farci vedere come si sono (a mio parere) tirati la zappa sui piedi, perché se avessero lasciato la legge elettorale come era nel 2001, con i voti del 2006 (e indipendentemente dal voto degli italiani all’estero) la destra avrebbe vinto.

  • Infatti, non credo sia un tentativo di golpe da destra. Solo mi permetto umilmente di dar torto ai super-esperti del lavoce.info: secondo me non si può fare un’inferenza con i voti del 2006 se si fosse votato con il mattarellum, perché votando con il mattarellum i voti sarebbero stati distribuiti diversamente, e secondo me con il mattarellum, visti anche i risultati del proporzionale, al maggioritario la sinistra avrebbe trionfato. C’è un casino di differenza se voti con il maggioritario/uninominale o il proporzionale/senza preferenze.

  • Scusate l’ignoranza… ma cos’è il mattarellum?

  • E’ lo strumento che si usa per fare la pastallum sfogliallum… ahahah… no seriamente, che cos’è?

  • Ho pure fatto male la battuta… dovevo scrivere pastum sfoglium e bere meno vino a tavola!

  • mattarellum = vecchio sistema elettorale, battezzato così da Giovanni Sartori in onore del suo ideatore, Sergio Mattarella (ex dc, vicepremier con D’Alema a ministro della difesa con Amato).
    E pensate che ‘sta volta abbiamo rischiato di andare a votare con il Nespolum, prima che Calderoli ideasse la sua porcata.

  • dico solo che con il maggioritario=dare voti ai candidati la casa delle libertà non avrebbe avuto nessuna chance e lo sanno benissimo

  • Sembra che l’avvocato Prisco – rimpianto, anche per me che son milanista, vicepresidente nerazzurro – amasse sostenere che nulla dà più gusto che vincere un derby per 1 a 0 al novantunesimo minuto.
    E amasse aggiungere, con la sottile perfidia che lo distingueva: nulla dà più gusto che vincere un derby per 1 a 0 al novantunesimo minuto segnando il gol decisivo con un’autorete (nel nostro caso, “sembra” da parte di un certo Tremaglia, esterno destro di centrocampo; “sembra” anche su passaggio sbagliato all’indietro di un certo Calderoli: anche se a onor del vero occorre riconoscere che “sembra” che all’autorete abbia contribuito tutta la squadra che invece era convinta di aver messo in atto un’azione in contropiede assolutamente idonea a vincere la partita).
    Ma Moratti ha chiesto la prova televisiva: pare che il Milan abbia segnato in un minuto (il settantesimo) chiaramente illegale.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)