Palla al centro

Il campionato è finito e con lui direi che un’era è finita (in attesa, chissà, di ricominciare pari pari con altri personaggi).
Da tifoso Juventino ora, dopo le pesanti intercettazioni della Procura di Napoli su cui c’è poco da equivocare, mi aspetto rapidità e severità per il verdetto della giustizia sportiva, di quella penale onestamente frega poco, anzi, sarebbe utile una condanna di Moggi e Giraudo, in modo da poter quanto meno bloccare la ricca buonuscita che gli spetterebbe.
Nei guai ci sono anche altre società (chissà che non venga fuori altro magari proprio per bocca di Moggi stavolta) e non mi dispiacerebbe evitare che la Juve faccia da unico capro espiatorio di un sistema in cui potevi anche essere inizialmente vittima, ma nel quale molti presunti "onesti" non si sono fatti scrupolo di scendere a patti con il diavolo pur di raccogliere la loro porzione di favori. Non tutti l’hanno fatto, questo dovrà pur contare qualcosa. In ogni caso la mia è una speranza, c’è poco da "pretendere".
Sarebbe bello, sempre che la sanzione non sia pesante davvero (mi riferisco alla serie C, non così irrealistica), che qualcuno di quei giocatori che hanno goduto di tutti i frutti dei successi tanto contestati si facesse avanti per restare comunque alla Juve dimostrandosi veramente "parte lesa" di questa brutta storia e non semplice "professionista del calcio", magari guadagnando almeno per un anno "solo" quello che un precario di un call center guadagnerebbe in 150 anni invece che in 15 secoli.
Sarebbe obbligo della proprietà, che 12 anni fa si affidò mani e piedi ai due Re dal telefonino bollente pur di non mettere soldi nella gestione della società, farsi ora avanti per rimediare ai danni provocati dagli amministratori da loro scelti. Un obbligo che, bilanci alla mano, compreso l’inevitabile crollo degli introiti ho quantificato in una cifra vicina ai 150 milioni di euro, cash.

Questa per gli juventini è una grande opportunità. L’opportunità di riavvicinarsi al tifo, per quelli che mal digerivano la dirigenza come gli illustri Di Pietro e Travaglio, e di distinguere quanti fra i tifosi erano puramente opportunisti con il gusto della vittoria facile, scontata e (diciamolo) un po’ noiosa e quanti invece sono le vittime di un semplice folle, irrazionale, incondizionato innamoramento adolescenziale senza data di scadenza per la Vecchia Signora.

Io faccio parte della seconda categoria, qualora non si fosse capito.

5 Responses to “Palla al centro”


  • Massimo rispetto per te, allora. Che sicuramente non stavi dietro quello striscione mostrato a Bari: “Il fine giustifica i mezzi: grazie Triade”.

    Su noantri da ieri e fino alla fine della settimana stiamo proponendo pezzi per il recupero dei valori POSITIVI del calcio. Scritti da chi ama il calcio, naturalmente. Perché ci sembra utile ricordare che quello che stanno facendo a questo sport non è bello, non fa ridere: è devastante per chi lo ama. Se ti va di partecipare (abbiamo disquisito nei giorni scorsi sul tuo blog), passa: il punto di vista (oggettivo) di uno juventino è roba non da poco.
    [Ste]

  • C’è poco da salvare ormai. Secondo me tutto il sistema è marcio. Dalla serie A ai dilettanti. Moggi è solo la punta dell’iceberg.

  • Concordo con Stone. Il tuo è un bel post, sì, però via, le cose nel mondo del calcio fanno schifo, da anni, da decenni, al vertice come nei campetti con i “Mister” del ragazzini di dieci anni. Finalmente sono semplicemente finite in Procura le cose che nei bar si dicono da anni. Spero vada in galera e paghi più gente possibile, che di responsabili ce ne sono tanti, non solo Moggi, e non solo una parte della Juve. Chi ruba è ladro, chi sta zitto è complice.

  • @Noantri: Ti ringrazio, mi fa piacere che dopo l’altra settimana ci siamo chiariti. Il mio atteggiamento attuale ti avrà fatto comprendere la mia posizione sulla prima ondata di intercettazioni: nessuna difesa insensata e ad oltranza, solo la voglia di non vedere strumentalizzazione e di capire cosa veramente bolliva in pentola. Peccato che sollevato il coperchio ci ho trovato la juve lì, a buon punto di cottura direi;) Ti ringrazio anche per l’invito, onestamente non ho molto altro da dire in questo momento, oltre a quello che ho scritto qui e (maldestramente) disegnato con photoshop: quanto mi piacerebbe che bastassero 5 minuti con photoshop per cancellare tutta la vergogna che questi personaggi ci stanno facendo provare. Siamo veramente dei malati per star dietro ancora a questo assurdo circo, sperando che l’ammestratore di turno usi un po’ la sua frusta. Verso gli animali feroci stavolta.

    @stone, abbo: in galera non ci finirà nemmeno la punta dell’iceberg: ha 69 anni, legge salva previti. Spero almeno che, fatta chiarezza, non possa godere di tutto il denaro che ha accumulato in questi anni.

  • A vedere quello scudetto col 29 cancellato mi si stringe il cuore e pur con tutto il il disprezzo possibile per questa storiaccia non condivido alcune cose. Davvero voi credete che la Juve abbia vinto questi scudetti rubando all’insaputa di tutti? Senza mai andare in campo, praticamente? Scusate ma a leggere le cose scritte da tutti i detrattori che ora si ergono paladini della giustizia mi viene da ridere. Chi gioca a calcio sa benissimo che una partita è fatta di tante cose, di tiri sbagliati, di pali, di parate. Un arbitro non accoppa a pistolettate (scusate il termine) il portiere avversario perchè non pari. Ovviamente adesso sotto la lente di ingrandimento ci sono episodi dubbi, rigori, falli. Credete che TUTTE le partite giocate siano state rubate? il tutto all’insaputa di un sistema connivente? Il Milan, la Lazio, l’Inter, la Roma? Tutti puliti? Che la torta che si sono spartiti sia stata divisa senza favori, accordi, etc? Vi racconto una storia. Da quando è iniziato il campionato di calcio in Italia esistono i favori, la sudditanza alle grandi squadre. Gli anni del Toro, quelli dell’Inter: andatevi a vedere le polemiche arbitrali. Ora queste intercettazioni hanno scoperto il nervo ma solo quello di un dente e sarà quello ad essere tolto. Nessun altro pagherà, si darà il buon esempio. Ma Mancini (GEA), Galliani e Co. siete sicuri che siano tutti così puri? Avrete il campionato depurato, poi non cambierà nulla.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)