Adios

Ok, siamo pronti allo stuolo di "clamoroso" e "incredibile" che seguiranno alla meritatissima eliminazione del Brasile. La verità, però, è che probabilmente il fatto che questa selecao non fosse all’altezza delle precedenti poteva essere persino prevedibile (qui lo si era detto alla vigilia della prima partita): se non fossero stati troppo impegnati a recitare servilmente il mantra "giocano-col-sorriso-sulle-labbra" se ne sarebbero accorti persino i giornalisti sportivi italiani. Si sarebbero accorti – per esempio – che Cafu e Roberto Carlos hanno 69 anni in due, e dopo ogni sgroppata sulla fascia necessiterebbero di un apposito bus navetta che li riporti sulla linea difensiva. Si sarebbero accorti che Emerson veniva da una stagione deprimente, che Ronaldinho non segna in nazionale da oltre un anno, che Adriano in questa stagione non l’ha mai strusciata, che Ronaldo ha sfondato abbondantemente il limite dei 90 kg. Si sarebbero accorti dell’insensatezza di una squadra con due mediani e quattro attaccanti che pensa di poter fare a meno di correre, si sarebbero accorti che se anche il Ghana perdendo tre a zero riusciva a fare il 60% di possesso palla contro i grandi palleggiatori verdeoro qualcosa non andava.

Bene quindi l’eliminazione dell’irritante Brasile, monumento alla sufficienza, alla supponenza e all’arroganza che non ha fatto altro che guardarsi allo specchio, mentre avversari molto meno blasonati della Francia (vedi Croazia, Australia, Ghana e lo stesso Giappone) lo mettevano in difficoltà.
Onore ai transalpini (sui quali, invece, avevamo ciccato del tutto il giudizio): restano i dubbi sulle esclusioni (Trezeguet in panchina, Mexes, Giuly, Evra e Frey a casa) ma la squadra ha ritrovato brillantezza e il signor Zidane si dimostra ancora il miglior calciatore degli ultimi venti anni.
Mi auguro che possano arrivare in finale, i francesi. Abbiamo giusto un conticino in sospeso.

2 Responses to “Adios”


  • Bel post, non concordo solo Emerson che (garantisco) una stagione eccezionale non l’ha fatta, ma manco deprimente come dici tu. (Moggi compreso)
    Ho tifato selvaggiamente per la Francia, tanto per non far diventare il Campionato del mondo come il Campionato italiano in cui vinceva sempre la stessa squadra e sopportare centinaia di trasmissioni sul “sorriso” dei brasiliani pentacampeo. Insomma, alè le blè tutti i 93 minuti.
    Ho anti-sportivamente goduto come un animale per la ridicola prestazione (in tutte le cinque partite) di Ronaldinho che ricordo aver guardato perplesso già al mondiale 2002 prima di restare stupito dal suo rendimento al Barca.
    Eppure Parreira si era ravveduto togliendo di mezzo il quadrato magico anti-gioco, ma oramai il danno era fatto, zero equilibri, zero voglia di correre e soprattutto i salvatori della patria menomati, in particolare Kaka.
    Sulla francia dico che sono gagliardi, come era prevedibile, ma Domenech capisce una sega e con due punte in campo (specialmente Trezeguet) il gol l’avrebbe fatto nel primo tempo, forse anche due e non rischiava di prendere gol e supplementari sulla punizione dal limite (inventata da Medina che non ha espulso Juan per lo stesso fallo di Materazzi) al 91esimo.
    Speriamo insista così e speriamo di poter essere noi a farglielo capire a suon di schiaffoni.
    Sempre che i crucchi non ci spediscano la squadra in vacanza anzitempo.

  • Quando ha vinto il Portogallo contor l’Inghilterra ai rigori io e un mio amico abbiamo capito che era un segno del destino: sarebbe passata la Francia la sera per poter sognare così la finale di V per Vendetta di Euro 2000.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)