A copiare troppo si diventa ciechi

Voi come la prendereste se un vostro lavoro, a tutti gli effetti unico e partorito dalla vostra mente e non rubato a terzi venisse in qualche modo preso, cambiato e fatto proprio da altri?

Voi come la prendereste se qualcosa che vi ha fatto perdere un mese di lavoro non fosse più soltanto vostro ma in qualche modo in bella mostra altrove senza nemmeno un briciolo di credito all’originale?

D’accordo l’open source, d’accordo che su internet tutto si copia, si prende e si scambia senza chiedere uno straccio di permessi, d’accordo anche che la cosa può da un lato far piacere perchè significa che in qualche modo tale lavoro è stato apprezzato da qualcuno al punto da volerlo fare suo. D’accordo che in fondo non è poi malaccio come imitazione, e i contenuti sono buoni, eccetera. Però…

Insomma, voi come la prendereste vedendo questa roba?

[grazie a Fran per la segnalazione]

11 Responses to “A copiare troppo si diventa ciechi”


  • Più brutto dell’originale.
    Diciamo che nel disclaimer non hai scritto che il template è tuo, nemmeno che è sotto creative commons (parli solo dei contenuti) per cui la cosa è a suo modo legittima, oltre che piuttosto cafona. 😉

  • Brutto ma parecchio fedele. Che coraggio, sta gente.

  • Che tristezza… anzi no, che schifo.

  • Niente tribunali, ovviamente, non penso sia questo il punto. Penso che prendere spunto è una cosa, riprodurlo fedelmene è un’altra, e implica perlomeno una citazione esplicita. Ma del resto, ognuno si regola come crede.

  • La gente io non lo capisco.

    Seguitemi.
    Il tipo copia il template paro paro, tralaltro nemmeno correggendo le molte discutibili scelte in fatto di font fatte dai creatori. Segnala in un post che ha copiato “ai limiti del plagio”, quindi sa che la cosa non si fa. Non linka il blog da cui ha copiato il template, per finire (probabilmente se avesse linkato il blog TheEgo si sarebbe accorto della cosa e la cosa – civilmente o meno – si sarebbe risolta velocemente.

    Magari potreste segnalare il blog all’abuse di splinder (ne avranno uno no?) potrebbero cancellarlo :-D.

    Don’t fuck with Ciccsoft!

  • Ovviamente uno non sta a mettere un disclaimer che questo template è protetto da blablabla. E’ codice, peraltro nemmeno ottimamente scritto nel css, come fa notare Darkripper, so perfettamente che chiunque può prenderlo e copiarselo in toto in pochi secondi. La coda di paglia però cel’hai avuta a suo tempo quando hai scritto di aver copiato ai limiti della legalità un template da un altro blog e non hai nemmeno messo uno straccio di nome o link per paura che qui qualcuno se ne accorgesse… Difatti per puro caso una lettrice l’ha segnalato ieri sera solo 6 mesi dopo. Vabbè. Ripeto: niente di eclatante o di malvagio, solo un link era carino e corretto metterlo.
    Detto ciò, ti consiglio di sistemare la testata spostandola più in basso che così è a ridosso dell’odiosa barra di splinder e infine: i trackback non sono i permalink! ;-p

  • Dopo 6 mesi sono caduto in prescrizione, ma abbiate pietà della mia povera anima!
    Se avessi voluto nascondere la scopiazzatura del template non avrei citato (ironicamente) che era appunto un “plagio” oppure con un pò di cambiamenti qua e là sarebbe stato irriconoscibile e nessun* se ne sarebbe accorto, nemmeno dopo 6 mesi.
    Prendete il mio template per quello che è: una citazione (esplicita, appunto), un omaggio a ciccisoft che ho sempre letto con piacere (da qualche parte trovate anche dei miei commenti con il link al mio blog, per cui…). Ciccisoft non è linkato da me perchè non ho mai aggiornato il template che in effetti fa schifo. Spero di rimediare prima possibile.

    @darkripper, oscurantista di nick e di fatto: credo che il tuo commento che incita alla “cancellazione” del mio spazio sia un pò fuori luogo in questo blog progessista e tollerante. Ma, boh, mi sbaglierò.

  • _blank_blank_blank_blank_blank_blank_blank

    E’ facile, così i ritardati come me, se aprono il link ‘questa roba’ non continuano a chiedersi per un quarto d’ora “ma perché c’è un p-link a questo utente di ciccsoft? qual’è esattamente il post plagiato? e perché non hanno messo il link del blog del plagiatore?”.

    Inoltre, sempre i fiduciosi come me, se clickeranno col sinistro del mouse sui nomi dei commentatori, non si ritroveranno più un blog a 25 colonne aperto in, quanti, 400x450px?

    >__blank_blank_blank_blank_blank_blank_blank

    E’ facile, così i ritardati come me, se aprono il link ‘questa roba’ non continuano a chiedersi per un quarto d’ora “ma perché c’è un p-link a questo utente di ciccsoft? qual’è esattamente il post plagiato? e perché non hanno messo il link del blog del plagiatore?”.

    Inoltre, sempre i fiduciosi come me, se clickeranno col sinistro del mouse sui nomi dei commentatori, non si ritroveranno più un blog a 25 colonne aperto in, quanti, 400x450px?

    >_<

  • dico che se son tanto bravi questi copioni, potrebbero anche sforzarsi un po’ di più e farsene uno tutto loro di template, visto che vengono anche recensiti da testate “illustri”… bah

  • suvvia, non ne fate un dramma. Io ho visto usurpato un mio articolo da un sito a cui a sua volta è stato “concesso” da un sito americano di cui avevo fatto una traduzione. Non avevo chiesto il permesso, ma avevo citato la fonte. Alle mie rimostranze mi è stato spiegato che se prendo senza chiedere, traduco, e pubblico sul mio sito, l’autore può prendere la traduzione e usarla come vuole: la legge glielo consente.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)