Consigli per gli acquisti

CRAZY – Gnarls Barkley – Programmata in ogni dove, eternamente presente in scalette radiofoniche e in festicciole estive. Il tipico pezzo da dancefloor commerciale, ma come dimenticare questo simpatico pacioccone che si presentò vestito da Darth Vader agli ultimi Mtv Award? Ci tocca lui quest’estate, e perlomeno non è il solito tormentone estivo stile Chihuaua o Asereje. Applausi (non per Fibra).

THE BLUES ARE STILL BLUE – Belle and sebastian – Beh, basta il loro nome a dire tutto no? Il video della canzone peraltro è adorabile e tutto il disco è qui immancabilmente in heavy rotation da aprile circa… Essere in pace con se stessi e vedere tutto luminoso e colorato, ecco spiegati ad un bambino i B&S.

POSTCARDS FROM ITALY – Beirut – Un gioiellino poco conosciuto che aspira ad essere la canzone "malinconica" estiva. Ormai ogni anno spunta fuori al momento giusto e ci ricorda che l’estate non è solo ombrelloni e caroselli ma anche campi di granturco e cicale, l’ombra di un albero e una chitarrina delicata che rimanda dolci melodie…

ONE MORE FULL LENGTH RECORD BEFORE I GO – Billie Vision and the dancers – Il pezzo più adorabile che abbia sentito di recente. Il gruppo è talmente sconosciuto e indie fino al midollo che si può permettere di tenere gli mp3 dell’intero loro album disponibili sul loro sito web. E statene certi, la ascoltate una volta e iniziate a canticchiarla e ad amarla. Avvisati.

IO – Gianna Nannini – Non sono un fan sfegatato della Gianna nazionale ma bisogna riconoscere che questo brano è sincero, dolce e ha un testo particolarmente azzeccato. I cori di sottofondo richiamano Bjork, le chitarre ne fanno una ballad da suonare un po’ ovunque… Sfido a trovare qualcosa di meglio, in Italia, quest’estate. Grazie Gianna.

CHE VELOCITA’ – Matrioska – Onestamente ignoro di che anno sia questa canzone, uscita per caso dalle playlist di mia sorella, ma il gruppo ska milanese l’avevo già apprezzato per la mitica "La domenica mattina", di cui vi consiglio l’ascolto se non altro per condividerne il testo dalla prima all’ultima strofa. Un brano allegro e spensierato sui cari tempi del liceo che tutti ricordiamo con gli occhi lucidi, tutto in levare ovviamente!

MALO – Bebe – Intravista per caso una sera su Mtv, innamoratomi della voce suadente e spagnola da cantautrice consumata dalla vita, scoperto poi che la passano ovunque ad ogni ora ma preferisco non pensarci e continuare a credere che è una bella canzone dopotutto. Il fascino latino, la chitarra e un ritornello, lasciatemelo dire, decisamente Asereje…

CREPUSCOLO SUL MARE – Piero Umiliani – Vabbè ora sforno anche vecchiumi, però questo brano del famoso compositore italiano di colonne sonore di film anni ’70 (chi non conosce Mah na mah na?) è perfetto per quella cenetta romantica che avete preparato in riva al mare, solo voi due, una candela e il tramonto. La magia della chitarra ha suoni incredibilmente caldi ed estivi in questo brano strumentale aggiunto di recente anche alla colonna sonora di Ocean’s Twelve.

COME BACK – Pearl Jam – Non è tra quelle più discusse e conosciute dell’ultimo apprezzato disco dei Pearl Jam, ma per il sottoscritto è una piccola perla musicale. Un brano classico nel senso più puro del termine, un crescendo lento e appassionato vocale e strumentale, come non ne sentivo da tempo.

BOTEN ANNA – Basshunter – Per finire, una chicca trash incredibilmente azzeccata. E’ un po’ il caso del momento sulla rete. La storia, ai limiti del demenziale, racconta l’amore, non corrisposto, di un ragazzo per Anna, il bot di una canale di chat… Il brano, di uno sconosciutissimo dj tedesco, è in perfetto stile eurodance ed è parecchio orecchiabile. Un must estivo per riempire i dancefloor di nerd e smanettoni. Qui anche il video meraviglioso, con sottotitoli in italiano per coglierne appieno le sfumature…

8 Responses to “Consigli per gli acquisti”


  • Carino carino carino questo blog.

    Io cmq voto Crazy di Gnarls Barkley. Prima la mia migliore amica lo amava e io lo detestavo [come sempre…]. Adesso il mio orecchio si è talmente assuefatto a questo pezzo che lo gradisco quasi.

    =)

    Ciriciao!

    [ . M . ]

  • Ciao, complimenti per il blog, mi piace stare qui a curiosare!
    I belle and sebastian mi piacciono molto, è dal 2000 che seguo le loro produzioni, ma prima erano praticamente degli sconosciuti, anche se sono convinta che il loro sound può sedurre un vasto pubblico! Apprezzo anche i pezzi dei matrioska, sono sempre piacevoli da ascoltare!!
    tornerò a sbirciare da queste parti.. ^__^ ciao!
    PaLLeTTa
    P.S: grandi afterhours!!

  • Caro Euge, ti informo che Gnars Barkley non è il nome del pacioccone (che è Cee-Lo), ma del duo formato da quest’ultimo e Danger Mouse, un dj alquanto famoso oltreoceano. Quest’ultimo ha avuto successo nell’epoca dei “dj che fanno i dischi” come Modjo, Junior Jack, Paul Oakenfold ecc… Il nome si discosta da entrambi perché è un progetto vero e proprio dei due, dopo il boom di vendite che Danger Mouse ha avuto con “The Mouse & The Mask” proprio grazie al brano in collaborazione con Cee-Lo (consiglio comunque di procurarvi l’intero album, ne vale la pena!)

  • A proposito, l’autore di quel disco dovete cercarlo sotto Danger Doom, perché era sì composto e arrangiato da Danger Mouse ma prodotto da MF Doom (che originalità, il nome fuso dei due…)

  • Ho visto ben 2 volte due i Billie Vision and the dancers.
    Così una ser per caso.
    Il loro album è la OST di questa mia strana estate.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)