Ritirato dal mercato il farmaco “Xtron”: in molti soggetti causava licantropia

Dopo i nefasti risvolti della pillola Lipobay, foriera di una lunga sequenza di morti spietate, La Bayern torna a far parlare di sé in greve modo, trascinando dietro il suo marchio scudocrociato un nuovo e persistente brivido orrifico. Il suo medicinale Xtron, che in teoria dovrebbe curare l’enuresi adolescenziale associata alla balbuzia di Hamington (i soggetti colpiti balbettano solo i rutti), è stato celermente ritirato dal commercio per tutta una serie di effetti collaterali, che nessuno può esimersi di ritenere intollerabili in una società civile come la nostra, pena l’imbecillità.


Alcuni soggetti, tanto per gradire, hanno manifestato dopo l’assunzione del medicinale un improcastinabile desiderio di esibire il proprio scalpo, affacciandosi dalla Safety Car, durante un gran premio di Formula Uno, gridando a squarciagola: "Fuck The Police!".
Si sa di alcuni ragazzi che dopo una breve cura col Xtron supposte, hanno avuto la spiacevole disavventura clinica di ritrovarsi con la rapida crescita di un nuovo cervello in un posto irriferibile, vicino al glande e allo scroto.

Ma di certo, l’effetto collaterale che al solo pensiero procura immediati attacchi di panico, anche in soggetti privi di qualsiasi esperienza ansiogena, è di sicuro una virulenta forma di licantropia, che ha colpito un numero davvero impressionante di pazienti, di tutte le specie e l’età, ‘fruitori’ del medicinale o sbatati ingeritori dello stesso durante le tante conferenze episcopali che si tengono nel mondo.

Nella foto, scattata dal dottor Mesmer, si vede un uomo di 34 anni, a tre ore dall’assunzione di una compressa di Xtron. Mesmer si batte da anni contro i soprusi e il pressapochismo della Bayern: "Io uso l’aspirina effervescente solo per pulire il water," ci dice con il cipiglio tipico della fierezza esculapèa, "la bayern ha superato il comune senso del pudore, occorre intervenire prima che il mondo si riduca a una muta di umanoidi latranti alla luna, o chissà cosa ancora."

La Bayern ha porto le sue scuse ufficili alle vittime sul proprio sito, ma è facile prevedere strascichi giudiziari di squilibrato furore, culminanti in multe astrospaziali. Intanto una società di Colonia, che risponde al significativo nome di ‘Anti-Bayern’, sta lavorando all’antidoto contro la licantropia causata dall’Xtron. Ad ogni modo, il direttore del progetto, Russ Meyer jr. è stato apodittico nella sua affermazione: "Niente facili illusioni. Bisogna avere l’onestà intellettuale di dire ai soggetti colpiti da licantropia da farmaco, che difficilmente potranno ritornare quelli di prima, e andranno sempre più a peggiorare fino alla morte per disidratazione canina, che avviene in genere nell’arco di 2 anni, gremiti di sofferenze indicibili".

6 Responses to “Ritirato dal mercato il farmaco “Xtron”: in molti soggetti causava licantropia”


cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)