Salviamo La Piola!

piola.jpg Riceviamo e diffondiamo il seguente triste comunicato:

La Piola esiste come locale dal 1962, come Piola dal 1985, nel corso degli ultimi vent’anni ha dato la possibilità a più di una generazione di giovani ferraresi di esprimersi liberamente come musicisti e come dj, senza contare la possibilità che ha dato ai frequentatori (non solo ferraresi) di ascoltare e conoscere gruppi noti e meno noti, musica di ogni genere. Le contro culture giovanili della nostra città hanno trovato sempre in questo luogo la possibilità di alimentarsi e confrontarsi, punks, rockers, darks, mods ecc hanno tutti almeno una volta avuto il loro centro di aggregazione in via Tambellina. Anzi spesso è stato l’unico posto ad ospitare queste realtà che in ogni altra città europea hanno numerose chanches in più! E tutto questo senza tessere, fondi, sponsor, o associazioni varie a ficcarci il naso. Molti di noi sanno che gran parte di tutto ciò è indiscutibilmente merito dello storico gestore amato e odiato Angelo Fabbri scomparso nei primi mesi del 2006.
Ora un gruppo di frequentatori di questo fantastico posto ha deciso sacrificando il proprio tempo e il proprio denaro di non lasciare morire questa isola felice, ma come nel peggiore degli incubi sembra che all’improvviso La Piola si sia trasformata nella pecora nera da allontanare e sono bastate una manciata di firme per negare il permesso di apertura fino alle 3 che rende impossibile le 2 serate sulle quali l’economia del locale si regge. Il venerdì di Piola Fridays è da 12 anni l’unica alternativa che hanno molti ragazzi di ascoltare  e ballare non le solite cazzate da discoteca, il sabato, nato di recente per mano di tre giovanissimi, ha organizzato una programmazione di concerti live fino ad aprile 2007 che farebbero impallidire qualunque localone bolognese.
I permessi, che inizialmente sembravano oramai pronti, sono stati invece negati a causa di una piccola petizione fatta dagli abitanti del paese. Non sappiamo quante siano le firme raccolte, ma sicuramente non tante… Fatto sta che una voce di minoranza (come spesso accade) ha prevaricato sul resto. Dai controlli effettuati non è stata rilevata nessuna anomalia. La raccolta firme che stiamo facendo noi non avrà nessuna valenza legale, ma solo dimostrativa. Vogliamo sottolineare l’importanza che riveste e che ha rivestito questo locale per la cultura giovanile della nostra città.
Insomma la Piola sta per morire e a noi non sta bene.

Ciccsoft organizza una raccolta di firme per sostenere l’impegno dei ragazzi che attualmente gestiscono la Piola. Aiutiamoli ad ottenere i permessi per proseguire l’attività e la programmazione artistica di un posto che Ferrara non può davvero permettersi di perdere vista la povertà dell’offerta musicale dal vivo nella nostra zona. Se sei di Ferrara o dintorni e vuoi sostenere la Piola puoi lasciare il tuo nome e cognome e la tua mail nei commenti di questo post, oppure direttamente alla nostra casella mail@ciccsoft.com, e spargere la voce via mail a tutti i tuoi conoscenti ed amici…
 
Un gesto semplice che nel nostro piccolo ci impegniamo a fare e che può significare davvero molto per i giovani della nostra città. Grazie!

79 Responses to “Salviamo La Piola!”


  • Giuseppe Travasoni

    .

  • ma poi come si fa a farci sentire?

  • Matteo, la raccolta firme è in accordo con i ragazzi della Piola, e non può servire ad altro che a dimostrare che c’è interesse per la loro causa. Se un gruppo consistente di ragazzi si fanno sentire non possono ignorarli per un pugno di contadini che abitano in quel borgo :-p

  • quei bifolchi!

  • Dai che ce la facciamo!

  • elena baglietti ebaglie@yahoo.it

  • Ringraziando, preciso…

    Sono Gabri. Sono uno dei due ragazzi, l’altra è Paola, che hanno preso in gestione la Piola.
    GRAZIE! Grazie perchè condividete la nostra idea: non abbandonare la Piola, raccogliere i semi che Angelo aveva a sua volta raccolto, seminato, e annaffiato, e curare questo spazio come meritano le migliori eredità.
    Grazie perchè ci fate sentire che non siamo soli, e che la nostra decisione è stata giusta, anche se il percorso è travagliato.
    Per quanto riguarda la petizione (per la precisione si tratta di un esposto alla Polizia Commerciale), voglio precisare che da quanto mi risulta solo una minoranza del paese l’ha condivisa e firmata, molti altri hanno mostrato di appoggio al nostro lavoro. Eviterei, quindi di colpevolizzare il paese, anche perchè è bene riflettere sul fatto che i maggiori promotori dell’esposto non sono originari di codrea, ma vi si sono trasferiti nel corso della vita, e il punto di vista dei “bifolchi” è diametralmente opposto: sono i cittadini viziati che rompono i coglioni!…
    Sicuramente non è facile, ma quello che ci proponiamo è di trovare una via di mediazione che sia basata sul RISPETTO. É un concetto vitale per la convivenza quotidiana, la base di partenza di qualsiasi rapporto. Ai tantissimi che ci chiedono cosa si può fare, rispondo che alle iniziative, fondamentali, come questa della raccolta firme, bisogna aggiungere tre o quattro comportamenti che non hanno niente di trascendentale, come non parcheggiare davanti ai cancelli, non gettare bottiglie o bicchieri in giro, non urlare… Stronzate, che però ammucchiate tutte insieme possono fare girar le balle a chiunque (poi che uno ci faccia una petizione o che cacci due bestemmie e bòna è un altro discorso). Sicuramente se vogliamo essere “armati”, dobbiamo aggiungere alla giusta rivendicazione del nostro DIRITTO al divertimento, la obiettiva consapevolezza del DOVERE che abbiamo di rispettare gli spazi altrui. Fatto questo, avremo neutralizzato i “proiettili” dei nostri oppositori.
    Sono un sognatore, e voglio ancora credere che, attraverso il dialogo, si possano trovare soluzioni.
    Naturalmente qui non ho che espresso un parere personale. Più o meno condivisibile, è il mio.
    Più o meno comprensibile, l’ho scritto alle due di notte 😉

    GRAZIE ANCORA, GRAZIE SEMPRE!

    gabri

  • E io, che mettevo anche i dischi alla Piola!! Nel lontano…boh?? e chi se lo ricorda?? W LA PIOLA!!

  • matteo mazzoni

  • Noi ferraresi siamo decisamente personaggi alquanto bizzarri. Sempre pronti a ricordare a chi viene da fuori come la città non offra nulla ai giovani e costantemente dediti all’autocommiserazione inter nos in quanto c si rompa le scatole perchè non si può far altro che andare nei ” soliti posti di merda”.
    Per una volta che un posto diverso da Pelledoca ed affini richiede un sostegno, spero che si riesca ad uscire da questo immobilismo che ci attanaglia e ci si faccia sentire.
    Grazie Brunociclope – sorry! lapsus degli anni dell’ Ariosto – grazie The Ego per la tua intelligente, critica ed ironica attività!
    Claudio

  • enrico mosca

  • Non riesco ad immaginare un venerdì senza la fantastica musica della Piola. Sono anni che non manco e voglio continuare così. Non c’è niente di meglio per rilassarsi dopo una settimana di lavoro!!!
    Forza ragazzi, ce la faremo!

  • Non saprei immaginare un venerdì senza la fantastica musica della Piola. Sono anni che non perdo una serata e voglio continuare così a lungo. Niente di meglio contro lo stress di una settimana di lavoro.
    Forza ragazzi, ce la faremo!!!

  • we are the mods we are the mods

  • Elena

  • Ricordo a tutti che al sabato i concerti ci sono lo stesso!!!!!!

  • La Piola nn può morire qnd la mia generazione la sta scoprendo!!!!!

  • keep on rockin’ in the free world!

  • Enrico Petrelli epetrelli@gmail.com

    …potreste farci suonare lì però! 😉

  • AVANTI TUTTA!

  • We’ll never stop rockin’!!!!!!

  • macchè chiudere la Piola… dovrebbe tener aperto anche le altre sere della settimana!!!

  • FINO A CHE NON ARRIVANO I PERMESSI ALMENO VENITE AL SABATO PERCHE’ I CONCERTI CONTINUANO E LA GENTE NON MANCA!!!

  • Non è proprio pensabile un mondo senza la Piola… Un grazie enorme a Gabri e Paola che ce la mettono tutta, non mollate! Un modo per farsi sentire è andarci, alla Piola, anche se i concerti cominciano prima e chiude all’una.
    E un altro modo di far sì che continui ad esistere è evitare di urlare fuori dela locale passata l’ora di chiusura, evitare di sgommare con la macchina lì davanti a notte fonda e evitare di spargere bicchieri e bottiglie in giro per tutta Codrea.
    Non costa un cazzo a nessuno e fa l’interesse di tutti.

  • Ce la faremo!

  • Non potete perdervi, una serata alla Piola…

  • La Piola pur non essendo un locale da me amato particolarmente è da sempre stato per il sottoscritto e per tutta la sua compagnia un luogo dove confrontarsi e aprire nuovi spiragli creativi in una città dove tutto ciò è particolarmente difficile.. senza contare che la musica suonatavi è cmq un’alternativa alla popolare bambagia discotecara/radiofonica presente in tutti gli altri posti che non sono LA PIOLA.

    Lunga vita alla Piola.

  • Can’t fight against the youth…’cause we’re strong!

  • dai tenete botta!

  • non ti lasceremo mai…

  • io sostengo la piola faalo anche te peppereppeppè

  • anche io vi sostengo

  • sono con voi.
    non può esistere il venerdì senza piola

  • vedo che gabri e paola hanno capito, visto che tra i firmatari ci sono soprattutto i suoi ex vicini di casa; nessun bifolco vieta il divertimento; ma vedo che nessuno pensa che, domani mattina, un bifolco potrebbe lasciare il proprio vomito ed i suoi escrementi sulla porta di casa tua, caro cittadino emarginato, incapace di usare la testa per ragionare e divertirti, pensando di capire il mondo solo perchè bestemmi come la povera anima di Angelo. Un’ultima cosa: i permessi non ci sono mai stati, perchè la piola NON E’ un circolo ricreativo o una sala concerti. E sia benvenuta la buona musica, e i cittadini evoluti vadano in Po (mica è lontano).

  • scusa bifolco, ma non mi è ben chiaro cosa dovrei aver capito. Comunque una “agibilità al ballo” è registrata al protocollo del comune di Ferrara, almeno stando a quello che ho visto coi miei occhi.

  • Una piola è per sempre…non può morire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Gabri, è evidente che non hai capito, e mi dispiace: io non parlo di agibilità al ballo, non parlo di comune di Ferrara. Io parlo del fatto che ci sono situazioni adatte ad ambienti che devono essere strutturati per accogliere manifestazioni del tipo “concerti live”, e che i gestori-imprenditori-appassionati che si fanno carico di questo tipo di avventure DEVONO costruire il locale coscienziosamente con e per i loro clienti-appassionati; Euge Kraus ha postato bene, in modo molto intelligente, dimostrando che, forse, c’è ancora chi vuole ascoltare musica, e non appartenere a quella gamma di clienti non solo maleducati, non solo incivili, non solo bestemmiatori, non solo cercatori di sbronze (cambiate slogan al sito…). A questi ultimi auguro solo che un platano attraversi loro la strada. Agli altri (ed a me), auguro di continuare a divertirsi.
    P.S.: si sta bene insieme anche se si viene alla Piola alle 09,00, si cena, alle 11.00 comincia ilo concerto e alle 01.00 si torna a casa (io ci metto poco…).
    Ad majora (saluto latino alternativo)

  • Ciao Bifolco,
    molti platani hanno attraversato le strade di nostri amici, parenti e semplici conoscenti: e non solo di ritorno dalla Piola, ma anche, per esempio, di pomeriggio per il fondo viscido o di notte di ritorno da una cena con la squadra di pallavolo che si allenava. Preferisco mille bestemmie religiose a quella, ben laica, che tu hai pronunciato, mancando di rispetto a chiunque abbia vissuto una tragedia della strada.
    Tu che ti scandalizzi delle bestemmie, immagino sia molto religioso, è questo l’amore per la vita che hai? Bella prova!!!!
    Non meriteresti altra risposta, mi dispiace. Se non fossi contraddistinto dalla pazienza infita di cui chiunque è testimone -in ogni aspetto della vita, non solo alla Piola- terminerei con un “Affanculo (saluto internazionale banale)”. Ma sono invece ancora, nonostante tutto, disposto a discutere, quando potrai farlo civilmente, ma questa violenza, mi spiace, non lascia spazi a nessun dialogo, anche perchè vorresti dettare tu le abitudini della gente.
    Comunque sia questa pagina è stata creata per altri motivi, quindi ti invito a venire alla Piola, presentarti di persona e discutere serenamente di quali sono i problemi, che sono sicuro possono essere risolti, appunto, parlandone davanti a una OTTIMA pizza (tranqui, offro io), e non mascherandosi dietro petizioni che non hanno il minimo fondamento, rifiutando peraltro ogni confronto diretto.
    P.S. Per chi ci avete preso?? Quello che ha detto Euge, che ringrazio, riporta pari pari gli inviti che io stesso ho svolantinato dentro la Piola (li avrai visti, immagino) e che mi spertico a ribadire ad ogni pie’ sospinto. Pensi che io voglia difendere quei comportamenti? Non me lo sogno nemmeno, e anzi sono io il primo a subirne gli effetti negativi, e se qualcuno verrà individuato e chiamato a rispondere dei suoi atti, stai certo che ci saremo anche noi a chiedergli i danni. Se invece voi ritenete me e Paola responsabili dei comportamenti che la gente mantiene anche a un kilometro dal locale, allora avete una strana concezione dell’assunzione di responsabilità.
    Comunque mettetevi una mano sulla coscienza: Paola ed io abbiamo investito fino all’ultima goccia di sangue che avevamo, e abbiamo fatto dei debiti per intraprendere questa avventura, continuando ne’ più ne’ meno quello che era l’attività precedente. La chiusura all’una che ci state imponendo ci sta precipitando sul lastrico.
    Abbiamo insonorizzato la sala (PRIMA di sapere della petizione), e i concerti live che tu dici richiamano al massimo una cinquantina di persone, ma è una “missione”: diamo la possibilità a giovani gruppi di esibirsi e agli amanti della musica (di ogni età) di confrontarsi con qualcosa che sia fuori dalla banalità. Perchè ci negate la possibilità di PROVARE a portare avanti l’attività togliendo tutti quelli che possono essere elementi di disturbo? Ho già contattato un’agenzia di security che si occupa proprio di questi problemi di convivenza tra locali e aree residenziali, ma non mi posso permettere di pagarli con gli incassi che stiamo facendo ora. Per contro, è un impegno che sono pronto a sottoscrivere appena avremo i permessi fino alle tre. Spero che ci sia spazio per queste trattative, ma mi sta venendo il dubbio che i problemi siano ideologici e non pratici. Il sito, in ogni caso, non mi appartiene, lo hanno realizzato alcuni amici amanti del locale e non ho modo di modificarlo. Se e quando ne farò uno io, lo proteggerò avvertendo del contenuto esplicito e potenzialmente offensivo.
    Sperando di fare presto la tua conoscenza, ti saluto e ti aspetto (ci metti poco, no?…)

  • La morte unisce i destini degli uomini, ma ogni uomo muore in modo diverso; l’ineluttabile esiste, ma provocarlo, cercarlo, è assassinio per sè e per chi, senza colpa, si trova sulla sua strada. Quindi, non confondere ciò che è inevitabile da ciò che è volontariamente e coscientemente fatto. Basta che chi guida non beva.
    In merito poi all’insonorizzazione, prova ad arrivare in via Cà Bruciate, altezza uffici delegazione, o in via Lorenzona, e poi mi sai dire…
    La pizza è buona, lo so già. E so che sei paziente.
    I firmatari della petizione non sono pochi, e non sono orchi assassini o nemici della libera intraprendenza. Sono persone esasperate, stanche, con la pazienza esaurita, di tutte le età, sesso e ceto sociale; tutti hanno firmato assumendosi la responsabilità di quello che facevano, e ti assicuro che alcune erano disposte a fare azioni tutt’altro che civili prima di vedere l’impegno civile. Nessuno impone la chiusura all’una; sugli orari ti ho già espresso la mia opinione. Viene però il sospetto che le norme non siano uguali per tutti, e questo non va bene.
    Per concludere, e prometto di non intasare più questa room, ti aassicuro che non voglio dettare regole di convivenza: ci sono già, ed il buon senso è sufficiente a farle rispettare.
    In bocca al lupo.

  • Concordo nel non intasare la room, se vuoi scrivimi a gabri90[AT]libero.it (sostituisci [AT] con @, anche se credo che sia superfluo dirtelo), oppure vienimi a trovare. Comunque è sulla base della petizione, ed UNICAMENTE di quella, che il Comune mi ha anticipato che la protrazione di orario sarà negata. Crepi il lupo.

  • Io sono uno dei ragazzi che gestisce il piccolo sito della Piola.
    Non capisco a cosa Bifolco si riferisce quando afferma di cambiare slogan al sito… Ti da forse fastidio “the real underground club”? Oppure che associamo alla parola Piola la parola Club?
    Se stai cercando di insinuare che nel sito sono presenti atteggiamenti offensivi o comunque non corretti stai proprio sbagliando. Noi (ed anche io che spesso e volentieri ci scrivo) non abbiamo mai messo niente di offensivo verso nessuno, ne prima, ne durante questi problemi di convivenza. Credo che da parte nostra ci sia sempre stato un rispetto umano… Però se vuoi auguro a tutti quelli non vanno alla Piola che scivolino nella doccia sulla saponetta sbattendo la testa contro il muro e di finire in coma a vita…!
    Che discorso inopportuno è augurare di schiantarsi contro un platano? Che uno sia un idiota e magari si mette al volante e poi si ammazza, va bene e un coglione, però non si merita un augurio del genere comunque.
    La morte non unisce un bel niente. Se dobbiamo stare a tirare in ballo discorsi teologici-filosofici allora non lo facciamo su questa room….
    Stando a quello che hai scritto ho più rispetto io di una vita (che sia un merdoso tossico, un conte, o un 19enne che si ammazza contro un platano) che non credo a nessun tipo di religione….
    Ti prometto che sabato sera andiamo tutti a letto presto così domenica mattina veniamo tutti a messa, ok?!
    Emarginato non è il cittadino che si sbronza e che caga sulla porta di qualcuno (quello è semplicemente un aldamaro).
    Emarginato è (contadino o cittadino che sia) una persona che vive all’interno del suo guscio. Un mancato dialogo come sta avvenendo tra abitanti di Codrea e La Piola (mancato dialogo da parte dei paesani…) è sintomo di emarginazione. Perchè se c’è una situazione “anomala” è giusto parlarsi e vedere se si trova una soluzione. Poi se non si trova oh… almeno si è fatto un tentativo. Ma a me risulta che quelle assemblee in circoscrizione (a parte rinvii ogni volta) siano a senso unico…

  • Io alla Piola non ci sono mai stato. Non abito lì vicino e probabilmente tornando a casa in macchina mi schianterei contro un platano. Ma prima di incotrare la mia morte arboricola, un giro alla Piola vorrei pure farcelo e se viene chiusa sorge un ovvio impedimento. Scherzi a parte, fornisco volentieri il mio misero contributo alla causa. Salviamo uno dei pochi locali che non ti fa ascoltare la solita truzzomerda!!!

  • gia’ e fatica suonare in giro in piu’ se cominciano a far chiudere anche i locali siamo messi proprio bene!

  • Onore a chi si sbatte!!!!morte a chi rompe i coglioni!

  • Aderiamo idealmente alla raccolta firme.
    Siamo un’associazione trentina di Dro (20km a nord del Lago di Garda).
    Abbiamo una sede con 5 sale prove e una volta al mese facciamo dei live con ospiti esterni.
    Hanno suonato molti che suoneranno anche da voi (Kelvin,GIJoe, NervousKid e altri).
    Capiamo la menata dei vicini. Noi stiamo in un paesetto Pietramurata di circa 900 abitanti e siamo costantemente presi di mira dai giovani stronzetti figli della MiddleClass di qui che fanno danni e altro.
    Per fortuna i vicini ancora non dicono niente e questo è il motivo per cui facciamo solo 1 volta al mese. L’altro motivo è che le feste durano quasi sempre fino alle 5 e sarebbe fisicamente dura farlo tutte le settimane!
    Cmq ci sentiamo magari per scambiarci contatti di bands o per mandare da voi i nostri gruppi in uno scambio solidale.
    Visitate il sito oltrasuoni.it che è completo con foto, appuntamenti e altro.
    Ciao
    max
    max.sona@libero.it

  • Aderiamo idealmente alla raccolta firme.
    Siamo un’associazione trentina di Dro (20km a nord del Lago di Garda).
    Abbiamo una sede con 5 sale prove e una volta al mese facciamo dei live con ospiti esterni.
    Hanno suonato molti che suoneranno anche da voi (Kelvin,GIJoe, NervousKid e altri).
    Capiamo la menata dei vicini. Noi stiamo in un paesetto Pietramurata di circa 900 abitanti e siamo costantemente presi di mira dai giovani stronzetti figli della MiddleClass di qui che fanno danni e altro.
    Per fortuna i vicini ancora non dicono niente e questo è il motivo per cui facciamo solo 1 volta al mese. L’altro motivo è che le feste durano quasi sempre fino alle 5 e sarebbe fisicamente dura farlo tutte le settimane!
    Cmq ci sentiamo magari per scambiarci contatti di bands o per mandare da voi i nostri gruppi in uno scambio solidale.
    Visitate il sito oltrasuoni.it che è completo con foto, appuntamenti e altro.
    Ciao
    max
    max.sona@libero.it

  • cavolo devo proprio venire anche a mangiarmi una pizza… poi mi faccio tutta una tirata e resto fino al concerto. Gabri l’ho notato subito che sei una gran persona si si

  • piola per me è come casa: ci vado da sola, con qualcuno, contenta o no, dal 96; mi stimo di essere una storica invisibile, che continua ad andarci.

  • È da un bel pezzo che non faccio un salto alla vecchia mitica Piola, ma il solo nome mi fa inevitabilmente rievocare gli innumerevoli gigs dei grandiosi DAWN FADES !!!
    Matteo, Panza, Caste, Mec … che ne dite di una “reunion”??? … chiaramente … alla PIOLA!!!Daaaiiiiii…. :)))

    Ciao,
    Mirco Grass

  • maria teresa nicosia

    maria teresa nicosia

  • semplicemente: per un sacco di ricordi..

  • ho suonato con i Dawn Fades parecchie volte alla piola….sarebbe assurdo chiuderla perchè una parte di una generazione di Ferrara ( …e non solo )è cresciuta lì dentro.
    farsi furbi…….divertirsi dentro …e non fare casino fuori mentre si va a prendere l’auto…gli abitanti di Codrea dormiranno tranquilli…e la Piola sarà lasciata in pace !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • sinceramente con voi.

  • come vorrei rimettere piede alla piola quando torno a Fe!
    é vero che mi hanno pure spaccato un braccio là dentro, e che mi hanno anche dato un bel pugno in pancia durante una rissa ma….Que viva la PIOLA (y Zapata también)

  • neo-frequentatore –> neo-sostenitore!

  • la piola non si tocca dio cane!

  • Francesca Morello Ella buzz(ness)

    Speriamo si risolva tutto in fretta. In BOCCA AL LUPO!!!

  • Nicola Pinotti Ella buzz(ness)

    !!!

  • la peggio paola firma per la piola!!!

  • Spero che questo serva a qualcosa….
    Non mollate…!!!
    #Andrea#
    NeMeSiNoIsE

  • dobbiamo salvarla!E’ un locale storico!

  • a sostegno di chi non si ferma davanti alla mediocrità!
    riapriamo la piola!
    saluti cilindrici

  • la piola è il CBGB’S della bassa. NON deve chiudere. MAI !!!!!!! abbiamone cura come un santuario. Codrea è la nostra Mecca. un enorme grazie a chi si sta impegnando a farla continuare ed ai nuovi gestori supersimpatici… mmmMMMONSTERCOCKS!

  • E’ un nostro dovere morale sostenere chi rappresenta la nostra cultura! Noi sosteniamo la Piola!

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)