Meglio non (far) sapere

11 Responses to “Meglio non (far) sapere”


  • Chissà. Forse non tutte le toghe sono rosse, ed alcuni magistrati hanno paura che l’Unione possa raggiungere una più cospicua maggioranza in Senato scongiurando così una possibile caduta preventiva del governo Prodi (fantapolitica). Comunque non ho ancora visto il documentario. Cercherò di trovare anche questo su internet come fu per “Quando c’era Silvio”.
    p.s.
    mi commuove tutto questo tuo interesse a favore di un governo da cui non ti senti rappresentato 🙂

  • Stone, non hai capito il senso del mio post.
    Non credo ci sia alcuna manovra contro l’unione, credo che archiviare la cosa in questo modo dimostri che c’è poca voglia di andare in fondo alla faccenda, troppa paura indagando sul serio di arrivare a mostrare che il re è nudo.
    Meglio indagare deaglio per un reato da metà del secolo scorso e cercare di mantenere inalterati equilibri che nessuno ha il coraggio di toccare.
    Unione compresa.

  • Eppure Diliberto ha parlato di “tentativo di colpo di stato”…

  • Diliberto, infatti, non conta una ceppa 🙂

  • Il film è alquanto mediocre, inconcludente e fuorviante. Il dato delle schede bianche è molto strano, ma non si può dire che le ultime elezioni siano state “normali” ed il dato si può interpretare in infiniti modi. Ad ogni modo, i dati si trovano anche su internet nei siti delle Prefetture e personalmente credo che brogli a livello locale possano esserci stati (come probabilmente ci sono sempre stati), ma dubito fortemente che si possa creare una rete capillare così infiltrata ed efficiente come quella che dovrebbe esserci stata (non saremmo qua a parlarne). Non si possono paragonare le passate elezioni nazionali a quelle provinciali di Gorizia.
    Diliberto si riferisce alla divulgazione anomala (questo è un dato di fatto) del ministro Pisanu, nonché all’idea di Berlusconi (stoppata da Ciampi) di approvare un decreto di urgenza che congelasse le elezioni.
    Spero si faccia chiarezza al più presto e si verifichi che cose simili non possano accadere in futuro, così ogni pensiero complottista dei due schieramenti si sgonfierà.

  • A me sembra una cosa alla Michael Moore. «Oggi sul Corriere della Sera gli autori de “Il broglio”, alla ricerca della prova regina, forniscono un indizio di quello che sarebbe accaduto durante la notte in cui sarebbe scattato l’ordine: “uccidete la democrazia”. L’indizio è eloquente: in un paese della Puglia, a San Nicola Garganico, governato dal centrodestra, le schede bianche sono zero e gli autori del libro hanno trovato una signora che afferma di aver votato scheda bianca. Eloquente lo è di sicuro ma come indizio difetta non poco: – in Italia non esiste alcun “Comune di San Nicola Garganico”; – in Puglia non esiste un Comune in cui le schede bianche siano pari a zero. Se questo è l’indizio più che indagare sui brogli di ieri bisognerebbe farlo sugli imbrogli di oggi». (Maurizio Turco, deputato radicale, capogruppo della Rosa nel Pugno nella Giunta delle elezioni)

  • il confronto tra le schede bianche del friuli nel caso delle politiche e nel caso delle provinciali è imho un FATTO che dovrebbe far storcere un pò di nasi. a parità di elettori alle politiche abbiamo 1091 schede bianche mentre alle provinciali 2215 (Gorizia, ma lo stesso accade per Trieste, Pordenone ed Udine). strano.

  • Non sono mai state paragonabili le elezioni nazionali con quelle locali. Figuriamoci le ultime elezioni nazionali che tutti pare abbiano dimenticato come più che elezioni sembrassero il diluvio universale. Mentre immagino (con tutto rispetto), che a Gorizia, ma lo stesso a Trieste, Pordenone ed Udine, non ci fossero “sfidanti” come Prodi e Berlusconi. Il dato sulle schede bianche, ammesso che sia veritiero, può essere interpretato in svariati modi e, per questo, spiegato in nessuno, allo stato attuale delle cose.

  • E’ finita nel solito modo in cui finiscono le inchieste in Italia: come sono finite Portella, la Banda della Magliana, Ustica, Peteano, Moro, il caso Cirillo…un volume che diventa sempre più corposo.
    Del reto Bertinotti dixit ” qualunque siano le risultanze dell’inchiesta, il risultato elettorale eè valido e non cambia”. Primum difendere la poltrona, al diavolo la necessità di difendere i contenuti della democrazia.
    giuseppe galluccio

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)