Ciccsoft Compilation 2006

Ciccsoft Compilation 2006L’onda lunga dell’ormai mitico 2006 arriva fino ai margini di un gennaio tropicale, e ci deposita sulla spiaggia un container carico di pezzi dell’anno che fu. Io e il Socio TheEgo, intenti a sorseggiare sulla baia un cocktail fruttato, abbiamo scostato i pappagalli appoggiati sulle nostre spalle e ci siamo avvicinati al relitto che la corrente aveva trascinato fino a riva. Dentro ci abbiamo trovato diversi scatoloni di medie dimensioni, alcuni dei quali erano ormai sventrati dagli urti del mare mosso e avevano lasciato parte del proprio contenuto sparso all’interno del container stesso. In fondo, abbiamo trovato anche umidi maglioni a righe, qualche spilletta, e inequivocabili biglietti di concerti mainstream. Che confusione, ci siam detti, qui non ci si capisce più nulla. Pensare di saccheggiare tutto quanto era improponibile, così abbiamo tenuto solo gli scatoloni marchiati "2006" (o giù di lì, lo diciamo per i notai avvoltoi che si fionderanno su questo post :-P) e abbiamo salvato dall’inondazione queste canzoni di un anno grandioso come eventi, ma quasi per contrappasso privo di punte musicali memorabili. Ricordandoci che se l’indie è morto, pure il mainstream non si sente tanto bene. Quello che non comparirà nella Ciccsoft Compilation 2006, vuol dire che se l’è portato via la corrente ed è ancora in viaggio, oppure ce lo siamo gelosamente tenuto per noi. E ora la fredda e nuda scaletta (cliccate sul titolo per "ascoltarla") del nastrone 2006 Made in Ciccsoft:
 
 
01
TV On the Radio – Playhouses
02
Julie’s Haircut – Satan Eats Seitan
03
Carpacho! – Regole per un cervello difettoso
04
Jim Noir – My patch
05
The Pipettes – Pull shapes
06
Billie The Vision & The Dancers – One more full lenght record
07
Phoenix – Consolation prizes
08
The Strokes – Heart in a cage
09
Muse – Knights of Cydonia
10
Built To Spill – Going against your mind
11
Regina Spektor – Fidelity
12
Non voglio che Clara – Cary Grant
13
Beirut – Postcards From Italy
14
Band of Horses – The Funeral
15
Pearl Jam – Come back
16
Sufjan Stevens – Sister Winter
17
The Moffs – Another day in the sun (bonus track)

Scelte ovviamente discutibili, che ambiscono ad essere un briciolo rappresentative di una larga fetta di cielo, dettate da gusti personali e conditi da un pizzico di oggettività. Quelli che non ce l’hanno fatta per un soffio (perchè ormai troppo sangue era stato versato tra i due Soci): Guillemots, Eutimia, Violea, Kooks, Thom Yorke, Cesare Basile, Ludovico Einaudi, Electric President, Yeah Yeah Yeahs, Duels, My Latest Novel, Trail of Dead, Perturbazione e i Beatles (è loro il disco dell’anno, è inutile). L’unica concessione temporale è stata la Bonus Track, i suoi Moffs per il nostro caro Frittole.

6 Responses to “Ciccsoft Compilation 2006”


  • Uh. Finalmente!!!
    😀

  • Sto quasi frignando mentre ascolto da mezzora la bonus track. Bellissima canzone, in sè e per quel che rappresenta…Grazie

  • Per dirvi quanto sono in linea coi tempi: non fosse stato per i Pearl Jam e i Muse non avrei saputo dire se i nomi erano a sinistra e i titoli a destra, o viceversa.

  • ora io vi ho scoperto davvero da poco, ma da quando ho scaricato la ciccsoft compilation 2006, mi sto chiedendo in quale vortice di musica cazzata sia finito io e quando sia successo.

    Una meraviglia! Ho provato anche con quella 2005, ma il sito n0on dà segnale di vita.

    Chi siete? Avete una radio? C’entra nulla fujiko con voi? Qualche anno fa ebbi un periodo aggiornato porprio grazie a loro e se non sbaglio anche voi siete di bologna.

    Spero in risposta e complimenti vivissimi per la scelta e la ricerca.

  • Non abbiamo una radio, e non siamo di Bologna 😉 I link per quella del 2005 temo siano ormai defunti. Grazie, speriamo di continuare a vorticare.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)