La Caduta degli Dei

L’arroganza è presentarsi al primo appuntamento importante con il mantello da Campioni del mondo, consci di un ruolo difficile da indossare ma pienamente meritato, con quell’appagatezza e spavalderia di chi non ha niente da perdere. Passare dalle stelle alle stalle in maniera così brusca fa male, molto, e a pensarci viene voglia di riporre la scaramantica maglia del 2006 nell’armadio per non indossarla più. Non siamo più i migliori e ci teniamo a sottolinearlo nel peggiore dei modi possibili indossando fin da subito la maglia dei Perdenti, dei Peggiori del torneo fino a questo momento. Peggiore schiaffo all’Italia calciofila non si poteva dare. Manca sopra ogni cosa il gioco e l’intenzione di combinare qualcosa in quel rettangolo di gioco: ieri sera ci è parso vedere un gruppo spaesato come se non conoscesse le regole o sapesse in quale direzione correre.
Mancano le palle di Lippi, il culo di Prodi, lo scandalo di Moggi e quella voglia di alzare la testa e provare a far sorridere un popolo che chiede di divertirsi almeno ogni due anni dimenticando per un mese di essere in mezzo alla monnezza e all’intolleranza dilagante.
Una partita e il sogno svanisce, due anni dopo il vento è cambiato e siamo di nuovo l’Italietta del dentro o fuori, dei patemi, dei fiumi di inchiostro di critiche e nervosi – compresi questi – e delle recriminazioni su un gol dubbio che conta, nel bilancio complessivo di una serata disastrosa, come il due di coppe quando briscola è spade. Speravamo in un risveglio meno brusco ed è andata come molti in fondo allo stomaco sentivano, ora gambe in spalla tornate subito a farci sognare. O almeno a dormire un poco, che poi il resto verrà da se’.

10 Responses to “La Caduta degli Dei”


  • mi chiedo che partita tu abbia visto. Verissimo, perso 3-0, ma le occasioni ci sono state, eccome, la reazione c’è stata, eccome. Mi aspettavo di prenderne 2 anche nel secondo tempo, invece le occasioni ce le abbiamo avute noi. Non giocavamo contro San Marino, era l’Olanda. E il gol dubbio non conta come il due di coppe…mettiamola così: ieri sera le trionfe ce le avevan tutte loro, con la cricca di quinta in mano. Alla fine del primo tempo ero deluso, incazzato e senza speranza. Alla fine ero sconfitto ma fiducioso. Non facciamo i soliti italiani che appena si perde una partita va tutto male. Dai Italia. (una cosa la dico: che difesa dimmerda)

  • No guarda… han proprio fatto cagare. :-p Non hanno combinato un accidenti di niente. Se quei due tiri in porta li chiami reazione ci aspettiamo talmente poco che con la Romania al limite pareggiamo 0 a 0 e andiamo tutti in vacanza. Io la vedo nerissima 🙁

  • ho letto la gazza poco fa e la pensano esattamente come te. non so cosa dire, io la reazione l’ho vista…i 2 tiri di delpiero che dalla fine del campionato sembrava metterli tutti dentro, Pirlo che ha rischiato 2 volte il gol su punizione, quel cazzone di Toni che tenta un pallonetto a 2 cm dalla porta con un portiere di 2 m, la partita l’abbiam persa nel primo tempo, troppo tesi, troppo timidi. E con una difesa pietosa. Panucci sembrava un esordiente, Barzagli e Materazzi penosi. Speriamo.

  • no ma che scherziamo… abbiamo fatto una super figura di merda internazionale. ma che reazione?

  • stone: la partita delle 20.45, non quella delle 18. C’erano 2 squadre, una blu e una bianca. Secondo tempo.

  • e per le “super figure di merda internazionali” abbiamo già Berlusconi. Questa era una partita di calcio, dove si vince e si perde, soprattutto se si gioca contro l’Olanda. Non si può sempre vincere, a volte si perde: ed è lì che ci si incazza e poi si cerca di far meglio. A volte bisognerebbe anche giocarci a calcio, non solo guardarlo in tv. Non è finita, dai Italia.

  • Berlusconi non l’ho votato. ma questo è un altro discorso. ritornando al calcio la partita l’ho vista anch’io e ci gioco anch’io a pallone. le maglie erano blu e arancioni. non bianche. ritornando al discorso: di sconfitte ne ho viste tante, dell’Italia. ma questa è STORICA (da un punto di vista sportivo) perchè non abbiamo mai cominciato così male e non perdevamo con l’Olanda DAL ’78. cazzo se non è una super figura di merda internazionale (sportiva intendo) non so quale possa essere. poi se vogliamo parlare di politica parliamo d’altro e mettiamoci un bell’OT prima del commento.

  • nessun OT, era solo una battuta. Dico solo che con ‘sta storia che era dal ’78 che non si perdeva con l’Olanda la stanno menando troppo: abbiamo perso con l’OLANDA (che da sempre sforna talenti incredibili ed è una signora squadra). Una super figura di merda sarebbe perdere 3-0 contro la Lettonia, non contro l’Olanda. Anni fa con Sacchi ct vincemmo 3-1 a casa loro (se non sbaglio). Non mi risulta che qualcuno si sia suicidato. E le nostre occasioni le abbiamo avute: se avessimo fatto 2 gol nel secondo tempo non ci sarebbe stato niente da dire. Mentre non ho niente da dire sulla difesa: quella sì che preoccupa.

  • Mancano più che altro Nesta e Cannavaro…

  • jimmydixxx: questa è la sconfitta più devastante dell’Italia insieme a quella contro la Corea (quella con Rivera, non con Vieri). cioè…rendiamocene almeno conto. poi è vero…manca Cannavaro. e la difesa ha seri problemi. vabbè, in fondo dietro non è che manca pinco pallino. manca un pallone d’oro…

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)