Locke è morto, e anche Ben non si sente tanto bene

2979

Nell’affollata classifica delle puntate più fesse e irritanti di Lost, la sesta della quinta stagione si piazza ai vertici.
Luca Sofri – Wittgenstein

Ormai dopo sei puntate della quinta stagione in cui abbiamo pazientemente atteso un filo conduttore nella solita sospensione dell’incredulità, in cui abbiamo divorato nonostante tutto ogni messa in onda della serie tv più discussa degli anni zero, e dopo aver visto gli ultimi deliranti 40 minuti la settimana scorsa possiamo amaramente ammetterlo.

Lost, forse, era meglio farlo finire qualche tempo fa.

8 Responses to “Locke è morto, e anche Ben non si sente tanto bene”


  • Pensa che secondo me, proprio questa puntata è la migliore (a parte la prima) della quinta stagione. Ci sarebbe un lungo discorso da fare, per confutare un parere che sostanzialmente è giusto.

    Lost è diventato un “atto di fede”: o ci credi, o smetti pure di guardarci. Ed è anche quello che che viene chiesto agli Oceanic Six: altra mossa “brillante” da parte degli sceneggiatori.

    Poi ovvio, non è più a certi livelli e mai potrà tornarci, vista la piega fantascientifica assunta.

  • Mi unisco all’atto di fede di Attimo, e ammetto di essermi stragoduto anch’io questa puntata (che ha aperto un’altra sfilza di cose da spiegare). Ma ho sentito tanti altri ritenere che abbiano saltato lo squalo con questa puntata.

  • Macchè salti di squali… qui siamo oltre. Quando succedono cose clamorose in una puntata mi godo anche io. Ma questa puntata non c’entra niente con tutto il resto. Non ha proprio senso, sembra slegata e non fornisce spiegazioni di come ogni problema che c’era sia stato risolto, e di come per magia si ritrovano tutti li. E’ come se le altre 5 puntate precedenti fossero stati inutili: in una puntata tutto è per magia a posto e arrivano. Pensavo ci mettessero una stagione e invece in 40 minuti ci fan stare tutto. Scusate se mi pare un po’ troppo tirato via. Atto di fede o no, non si possono aggirare i problemi se li si è considerati tali prima.
    Allora alla prima puntata tanto valeva farli tornare con un aereo di linea e andavamo avanti con altro.

    Pure i salti nel tempo di quelli sull’isola sono un modo per fargli far qualcosa… stanno li che vanno su e giu senza costrutto e senza avere effettivamente nulla da fare. E’ tutto un po’ arenato il filone “sull’isola”, per quello hanno velocizzato notevolmente il ritorno degli oceanic six, invece di farli tornare a fine stagione.

  • Chiarisco meglio per Attimo: non è l’atto di fede che è sbagliato, su quello ci abbiam creduto tutti da tempo e sappiamo che dev’essere così. E’ il modo in cui si costruisce la storia che non quadra. Per 5 puntate cerchi di recuperare gente per tornare, poi dici che va bene lo stesso e faremo con chi c’è, poi per magia tutti compaiono lo stesso non si sa perchè. Poi non si come dall’aereo ripiombano nell’isola. In pratica significa che in 40 minuti hanno cambiato da bianco a nero l’andamento di una stagione, e continuano a farlo andando potenzialmente ovunque senza tirare le fila. Ok fidarsi di una vecchietta che sa come tornare sull’isola, ma se il modo in cui lo fanno non ha senso e viene omesso, non ci sto. Non mi diverte più nemmeno un po’, e purtroppo ultimamente non ho nemmeno più quella voglia solita di correre a vedere la puntata.

  • Ho dimenticato un particolare (attenzione, spoiler): dò per scontato che nelle prossime puntate mi spiegheranno per filo e per segno come ogni personaggio si è alla fine ritrovato sull’aereo. Perchè Sayid è stato arrestato (parallelismo con Kate nel primo viaggio)? Perchè Hugo ha con sè una chitarra (parallelismo con Charlie al primo viaggio)? Sono tutti particolari, insieme a come è conciato Ben (avrà fatto del male a Desmond e famiglia?) e alla frase di Kate sul fatto che il pupo biondo sia sparito, che mi lasciano intendere che ci saranno ulteriori spiegazioni.
    Se non ci saranno, ti dò ragione su tutta la linea.

  • Ma va’, credo proprio che il perchè e il percome della riunione al completo verranno spiegati via via col solito meccanismo dei flashback. A me la puntata è piaciuta abbastanza. Semmai Lost mostra la corda perchè ora che la cornice in cui sono inseriti i vari pezzi del puzzle comincia a prendere una fisionomia più precisa, dà l’idea che gli autori abbiano cambiato almeno tre o quattro volte, nel corso delle serie precedenti, alcuni spunti portanti della serie. Cioè, a me sembra che il Lost che si vede oggi non sia lo stesso delle prime due o tre stagioni, e che l’uno sia incompatibile con l’altro. Aggiungici che Ibra è evanescente come al solito nelle partite che contano, e siamo a posto.

  • mi sono persa qualcosa? ma state parlando di puntate nuove?? su sky o in chiaro???

    se le stanno facendo in chiaro non posso credere di essermele perse. non è possibile.

cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)