Author Archive for Fricat

La Bit Epoque: Recuperare forze scaricanti con il quadrupede

La contessina esmeraldaCONTESSINA ESMERALDA DI GOTTADAURO
Cari giovani, il progresso non è sempre rosa e fiori o un appassionato romanzo di Liala. Viviamo in un mondo fluttuante, rocambolesco, non sempre facile a intendersi. Per questo da tempo gli esperti cercano di sollevarci dalle ambasce del positivismo, acclarandoci ostilità moderne che, con le nostre conoscenze lacunose, probabilmente ci darebbero in pasto ai manicomi, se dovessimo circuirle in solitaria.
Per cui, spalleggiandomi con un eloquio chiaro, spero di essere la vostra piccola stella cometa, che vi conduca alla natività dei moderni saperi. Non abbiate tema di inoltrarmi in missive i vostri quesiti alla mia posta elettrico-digitale fricat@gmail.com. Insieme cercheremo soluzioni e benessere.

 Oggi vorrei parlarvi dell’applicazione per scaricare audiovisivi, nonché programmi e giuochi digitali, Emiules. Da qualche tempo la gendarmeria elettromagnetica ha posti i sigilli agli elaboratori che rendevano possibile gli scambi tra voi giovani, oppure hanno inserito elaboratori civetta, per cui venite spiati e segnalati alle autorità.
In attesa di un nuovo applicativo simile, c’è una soluzione. Se accendete l’elaboratore, vi collegate una tastiera per elaboratore, e digitate http://www.emulesecurity.net/, comparirà uno schermo nero, con scritte futuriste e icone. Premete la frase "Skip Intro", che vuol dire all’incirca "vada oltre". Cercate poi il documentario audiovisivo che contiene la lezione servente. Seguite tutti i passi, senza barare o mettere disordine nella stanza, e avrete nuovamente il vostro simpatico quadrupede al massimo del suo fulgore.

Wikifroottle: Piccola Storia Ragionata Sulla Masturbazione

The sexLa masturbazione è una pratica che faciliterebbe la cecità, specie se si accompagna allo spionaggio dal buco della serratura, o se durante l’atto si indossano grossi occhiali da miopi, senza essere miopi.

La masturbazione è un peccato, poiché lo sperma sono fatti di bambini piccolissimi che devono essere espulsi nel sesso femminile per la prole, e non a vuoto o chissà dove per i piacere dell’erotismo. Per questo la chiesa ha sempre acceso il rogo sotto i colpevoli di polluzione notturna, in quanto, anche se avevano provato piacere senza manomissioni, pur avevano commesso atto impuro, senza sbocco di procreazione.

Nell’800 ebbe inizio l’igiene sessuale per l’infanzia, con diversi pedagoghi che lottarono strenuamente per evitare onanismi infantili, poiché masturbarsi a quell’età portava all’insorgenza di malattie ereditarie quali la demenza senile, la cecità e l’affanno. Per fortuna, nel ‘900 fu trovato un vaccino contro queste malattie e i bambini poterono ritornare a masturbarsi.

Glutei tatuati con codice di riconoscimento per combattere la piaga dei furbastri all’autovelox

Furbastri a 300 kmh davati autoveloxE’ la proposta shocking avanzata dal viceministro dei trasporti Cesare de Piccoli, per ovviare al problema dei burloni all’autovelox, che sfrecciano a 300 kmh mostrando i glutei (non di rado i propri) e coprendo la targa con una mano, o con gli stessi glutei, riducendo così una foto di ordine pubblico in un pessimo prodotto di erotismo outdoor.
 La legge è passata con 145 votanti favorevoli e due pressappoco. Entrerà in vigore non appena posso, ha fatto sapere il viceministro. Intanto tutti i possessori di autoveicoli dovranno presentarsi alla motorizzazione locale entro le 21:00 di oggi, dove verrà loro tatuato un codice segreto di riconoscimento. In pratica si tratta di una stringa alfanumerica di 8 caratteri, abbastanza grande da essere leggibile fino a 100 mt. Quando il goliardico automobilista mostrerà i glutei all’autovelox, sarà facile risalire immediatamente ad esso, e multarlo, oltre che per eccesso di velocità, per danni pornografici ai danni dello stato e dell’A.N.A.S.

" I problemi si affrontano con serietà e lungimiranza"

ha detto con un certo autocompiacimento il ministro

" Il fenomeno dei glutei esibiti all’autovelox sta diventando epidemico. Ormai si va veloci non per arrivare prima, non per fare gli sboroni, ma per questa mania di esibire poi il fondoschiena nudo all’autovelox. E’ diventato il passatempo preferito degli italiani. Ma attenzione, non è solo un problema di ordine morale. L’automobilista che si sporge dal finestrino con i glutei discinti, non di rado ha in quel momento un controllo precario del mezzo, e molto spesso va a sbattere e muore. Mi dica lei se è bello presentarsi a Dio con le braghe calate."

Scoperta nella foresta del Borneo una popolazione di vampiri albini ermafroditi, sono stati loro ad uccidere la mummia peruviana?

Ritirato dal mercato il farmaco “Xtron”: in molti soggetti causava licantropia

Dopo i nefasti risvolti della pillola Lipobay, foriera di una lunga sequenza di morti spietate, La Bayern torna a far parlare di sé in greve modo, trascinando dietro il suo marchio scudocrociato un nuovo e persistente brivido orrifico. Il suo medicinale Xtron, che in teoria dovrebbe curare l’enuresi adolescenziale associata alla balbuzia di Hamington (i soggetti colpiti balbettano solo i rutti), è stato celermente ritirato dal commercio per tutta una serie di effetti collaterali, che nessuno può esimersi di ritenere intollerabili in una società civile come la nostra, pena l’imbecillità.

Continue reading ‘Ritirato dal mercato il farmaco “Xtron”: in molti soggetti causava licantropia’

Dossier. il Noxtron: la pillola che fa invecchiare velocemente

Il noxtronIn questo mondo eternamente costretto a restare baby and beauty, a stirarsi, cucirsi, infilarsi le protesi fin nelle mammelle del seno, da anni si sta cercando la pillola non plus urka, quella capace di rallentare, e magari uccidere, il degrado delle cellule, per questo folle desiderio di violare le più bollenti intimità della natura.
Ebbene, in questo mondo c’è chi si oppone, e un po’ per spirito di contraddizione e un po’ perché bisogna tirare fuori qualcosa se non non ci rinnovano la sovvenzione, hanno creato una pillola opposta, il Noxtron, la pillola che fa invecchiare velocemente. Molti vip l’hanno già assaggiata dritto nel cannarone, tra cui vip famosi, ma anche meno famosi. E i risultati sono assolutamente visibili. Ma adesso facciamo parlare Armando Pereira, il biologo argentino che l’ha creata, prego, toglietegli la benda dalla bocca.

Fr: Quanti anni sono accorsi per fallo?

Continue reading ‘Dossier. il Noxtron: la pillola che fa invecchiare velocemente’

Vulcanologi, annuncio shock: presto il vesuvio erutterà…cocaina!

Altro che neve!L’annuncio è di quelli brivid ball: il Vesuvio starebbe per cimentarsi in una catastrofica eruzione, molto più sguarrante di quella avvenuta a pompei nel 79 d.c. Ma ciò che colpisce l’immaginario colletivo con la clava è che non assisteremo a un picchiaduro di lapilli, lava e cenere, no, ma ad uno tsunami apocalittico di COCAINA!
Gelinda Masano, direttrice del centro sismico di Napoli non farnetica, ci mostra della polvere uscita da una bocca secondaria del Vesuvio, la fa annusare a un cane e questo immediatamente si getta dalla finestra, a dodici piani d’altezza. Qualcosa effettivamente non va.

"Anche noi, non volevamo crederci, ma studi accurati e duraturi hanno confermato tutto, il Vesuvio, come vulcano lavico è finito, è superato, ma il vulcano in sé non è morto, nelle sue viscere si stanno addensato miliardi di tonnellate di cocaina purissima."

Ma come è possibile tutto questo? Perché le autorità non hanno parlato e hanno permesso lo spaccio della cocaina a Napoli, con conseguente incremento dei fatti illegali e dei morti di coca, quando il Vesuvio poteva sfamare tutti i tossici della provincia?

Continue reading ‘Vulcanologi, annuncio shock: presto il vesuvio erutterà…cocaina!’

Gli scienziati affermano: un litro di Whiskey e un piatto di peperoni prima di andare a dormire, possono aiutare a metterci in contatto con gli alieni

alien connectionDa quando i racconti di Jules Verne hanno fatto bisboccia nel nostro inconscio collettivo, dopo la goliardia radiofonica di Orson Wells, che costò la vita a molti, la gente non smette di affascinarsi agli alieni, con tutta se stessa.
Centinaia di università si dedicano a studi alienanti, molti centri seri fioccano come cipster, in tutto il mondo. Si sono costruite gigantesche orecchie radioelettroniche per sentire qualche boutade degli alieni, per capire il loro modo di approcciare l’altro, per sentire se gli alieni cercassero altri "alieni" (si è sempre gli alieni di qualcuno), per capire se bestemmiano o se sanno fare gli scioglilingua o ordinare una pizza al telefono imitando Gillo Pontecorvo.
Dopo innumerevoli miliardi gettati in polvere, un piccolo gruppetto di scienziati, ha scoperto un modo molto più dualcore ed economico per mettersi in contatto con gli alieni:

"Fino ad ora l’errore che abbiamo commesso è stato puramente metodologico; si era convinti che per mettersi inAndrew Rotfl contatto con gli alieni abbisognasse colmare la distanza fisica, concetto la cui stupidità è inversamente proporzionale alla distanza che toccherebbe coprire, in caso di galassie sperdute.
Bisogna mettersi in contatto non spazialmente o temporalmente, ma trovando una dimensione comune, dove le regole spazio-tempo sono belle che buggerate."
Questa è l’autorevole opinione di Andrew Rotfl, un astrofisico fino a pochi giorni fa famoso solo per aver corso nudo a Vienna con una marmitta in testa.

"Abbiamo scoperto che bere un litro di whiskey e mangiare un piatto di peperoni, immediatamente prima di mettersi a letto, in molti casi, con persone predisposte dal punto di vista alienante, favorisce un contatto extraterrestre! Abbiamo già registrato le opinioni di moltissimi uomini, compreso il mio, che raccontano di lunghi colloqui avuti con alieni di tutte le razze e religioni. Presto i nostri studi saranno divulgati integralmente, per ora, vogliate gradire solo queste mie modeste anticipazioni."

Il metodo Rotfl, com’è stato definito in onore del suo inventore, è nato un po’ per caso. Il professore, dopo aver letto un libro di William Blake Huxley, con prefazione di Cioran, stava studiano su se stesso quali effetti l’alcool potesse riservare a un astrofisico di chiara fama a venire (l’episodio della marmitta chiarisce molto, ma non tutto); poi un giorno si corica dopo aver bevuto un litro di whiskey in un sol boccone, mangia dei peperoni arcipepati, e si sveglia raccontanto incontri ravvicinati del terzo tipo da tutte le parte.

"Ecco, io voglio profondamente sconsigliare atti emulativi di questo genere. Occore un’assistenza preparata, un controllo continuo, dacché l’indigestione è sempre dietro l’angolo, così come  il coma etilico, e poi, non si sa mai con quali alieni si ha a che fare, per cui proibisco severamente ai dilettanti di mettere a repentaglio la loro vita solo per concedersi un’avventura o per chissà quale morbosa curiosità."

Scandalo plagio mondiale: il popopopo è solo un riadattamento puerile di un jingol fiat!

plagiatori!Questo certo non ci priva di un centimetro di mondiale, ma è una sorta di trojan horse gettato nelle sublimate arterie del nostro sogno sportivo: il popopopo, il riff adottato come l’inno della nazionale in Germania, che tutti quelli che non pensano si tratti di una sciocchezzuola da discoteca ritiene opera indiscussa di Jack White dei White Stripes, è in realtà un plagio screanzato e senzadio, che il duetto rock ha perpetrato ai danni della FIAT, la quale non si è potuta accorgere a tempo, perché in quel periodo impegnata a fronteggiare lo scandalo trubocrash dei festini coca + trans di Lapo.
In realtà il plagio non è completo, poiché subdolamente i White Stripes hanno cambiato la nota finale di ogni strofa, creando un effetto di aquaplaning legale difficilmente perseguibile.
Sono stati dei fottuti furbetti psichedelici,” scappa da dire al direttore pubblicitario della fiat, Carlo Spezzacaverna, ” noi non possiamo farci niente, se non rimpinzarci di vodka per affogare la disperazione del fregamento e consolarci di fare ascoltare nella nostra pubblicità il riff originale, composto da Maddaleno Mezzadri, con la supervisione di Apicella e Ringo Star.
Ma come mai un gruppo rock già abbastanza affermato e piuttosto tendente al miliardario, che ha recitato persino in un film di Jim Jarmush, rischia una querelle legale di proporzioni inaudite, fregando di fatto un jingol a una multinazionale multi potente? Non sarebbe stato meglio per i White Stripes, che ripetiamo, non vivono certo sotto i ponti con le toppe al joypad, pagare i diritti di riproduzione e poter eseguire il jingol in un loro brano, in santa pace?
E’ l’inizio della morte per il popopopo? Speriamo tutti in coro di no.

Google lancia Dream Machine

Google Dream MachineGoogle Dream Machine® è uno dei primi esperimenti hardware della all-house di Cupertino; ed è un esperimento a dir poco overdose: una macchina capace di registrare i sogni dell’utente mentre esso dorme.
Si applica una fascia nera gremita di sensori al plasma dritto in testa, i quali rilevano le onde cerebrali del R.E.M., solo R.E.M. (e proprio per questo non riesce a lavorare con le semplici fantasie) e le trasmettono a 2 GigaByte al secondo a un superelaboratore megatronico, qui un motore rendering di ultima generazione, il PorkyJude 3000®, trasforma i segnali prima in bytecode, poi in immagini che sono di un realsimo fantagalattico, poiché usano come Textures le stesse immagini cerebrali del sognatore.
"Si tratta di un sistema di Rendering in full-streaming, " ci dice un eccitatissimo Wolfang Stilike, il responsabile di questo esterefacente progetto "Una procedure nuova, poco dispendiosa e redditizia da fare schifo a Sodoma e Gomorra. Il sogno viene inciso su DVD, con immagini ad alta definizione digitale più il sonoro con solo due secondi di ritardo."

Le implicazioni ludiche e scientifiche di questa macchina rivoluzionaria le può capire pure un ritardato mentale nano, sordomuto, in ambasce col fisco.
Possiamo finalmente comprendere quanto c’è di vero nelle nostre affermazioni di smemoranza dei sogni, comparare il racconto di un sogno con la sua effettiva visione, per capire come lavorano  le  rimozioni. Il lavoro dei psicanalisti può dunque essere enormemente semplificato, potendo  loro agire direttamente sulla "materia pura", senza contaminazioni verbali dei complessi, oppure lavorare in dual-layer, pe capire attraverso gli scarti tra realtà e ricordo, come si comporta la patologia mentale. Si possono inoltre registrare dvd di sogni erotici snowboardistici con le donne o gli uomini che ci hanno rifiutato e così ricattarli di spifferare le immagini se non si rendono in privato reali. E mi fermo qui, lasciando DVD vergini alla vostra immaginazione bumbastick.
Il costo per ora è ancora da fascia alta, una Google Dream Machine che registri due ore di DVD costa oggi 60 miliardi di dollari, decisamente ancora troppi per comprarsi il gingillo. Intanto, fioccano le community dove vengono pubblicati i video dei sogni. Su www.dreamon.com, si possono vedere già i primi sogni di molti customers, e c’è anche un’imperdibile sezione sexy, perché voi non potete avere idea che razza di sogni erotichetti si fanno la notte gli ambosessuali.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)