Author Archive for iri

Depression day

Benvenuti nel giorno più triste dell’anno. Si può solo sperare che passi in fretta.

C’è un po’ di indie anche in John Grisham…

…. il quale ha ambientato il suo ultimo lavoro a Bologna. Pare sia la storia di un avvocato (ma va?) che, indagando su un sistema di sorveglianza internazionale, finisce nei guai con la CIA e una decina di altri soggetti. Nel panico totale riesce a pensare solo ai bei tempi della giovinezza quando, studente di legge fuorisede, andava a rimorchiare in via Zamboni e a ubriacarsi alle feste erasmus, così scappa a Bologna. Qui fa amicizia con Francesca, blogger calabrese che gli consiglia di nascondersi al Covo (ribattezzato "the base"), losco locale non molto frequentato. Ma, racconta Grisham, he seems more interested in eating than in evading his enemies e quindi abbandona quel posto protetto e si fa trovare dalla CIA, allertata dalle autorità italiane che lo avevano visto fumare una sigaretta senza filtro, al ristorante Diana mentre addenta "panzerotti di funghi al burro — conchiglie con cavalfiori — spiedino di carne misto alla griglia".  Epilogo sanguinoso tra i portici, che vi risparmio per amore di suspense.

L’ottimismo è il profumo della vita

– A quale di cotesti vent’anni vorreste che somigliasse l’anno venturo?
– Io? Non saprei.
– Non vi ricordate di nessun anno in particolare, che vi paresse felice?
– No, in verità, illustrissimo.

Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggero, di Giacomo Leopardi

[ah, comunque, se proprio me lo chiedi, per me vorrei che assomigliasse al 2002]

Il tuo bush personalizzato

Sarà anche un losco e tragico figuro ma manipolato un po’ a me fa tanto ridere.

Capolavori di spam

“Cosa aspetti a iscriverti, con Cepu studiare è proprio come innamorarsi!”

Son cose.

La questione immigrazione riapre il rischio di crisi nel Governo italiano. La ley es conocida como ley Bossi-Fini, porque fueron el lider de la xenofoba Liga Norte, Umberto Bossi, y el presidente de la postfascista Alianza Nacional (AN), Giancarlo Fini, quienes la redactaron. (El Pais, 24 agosto 2004)

Fenomenologia dell’Ultimo Esame

Quando non conti più il numero di volte che hai provato a darlo, quando maledici il giorno in cui hai scelto un complementare che nulla aveva a che vedere con le tue già scarse capacità mentali, quando fa sempre più caldo, hai passato la notte in bianco e il prof arriva con due ore e dieci di ritardo e cambia aula tre volte. Quando ti guardi intorno e vedi gente molto più giovane di te, tra cui un tipo intortato in discoteca a novembre 2003 e mai più rivisto, che ti fissa ammirando il tuo sfacelo di vetustà. Allora e solo allora, un attimo prima di alzare bandiera bianca, l’assistente bionda ti consegnerà il CompitoDeiTuoiSogni, capolavoro di chiarezza e semplicità, come se ti avessero letto nel pensiero quali domande preferivi, in che ordine, con quale carattere grafico. Lo svolgi in sei minuti ed esci a godere il sole come per la prima volta.

Narcisismi

“Ma l’ignavo sa di essevlo?”

Comincia con una raffinata battuta di Theego (che tra l’altro ho capito dodici ore dopo, nda) la mia avventura nella capanna sulla sabbia di Ciccsoft. A proposito di snaturare i blog collettivi. A presto, con infamia e senza lode.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)