Blogger Instinct

Una che di istinto se ne intende...Pur essendo uno dei padri fondatori di questi ameni territori cicciosofteschi, compaio di rado con nuovi contributi. Un po’ per mancanza di tempo (ultimamente mi occupo di più del dietro le quinte, devo fingere di studiare, devo organizzare una spedizione a Capo Nord, ecc.), un po’ per mancanza di stimoli, un po’ perchè trovo spesso quello che volevo scrivere già pubblicato qui o altrove, e quindi aggiungere la mia voce (nel momento in cui non ne sento io il bisogno fisiologico di farlo), non ha nemmeno senso per il sito. Eppure non ci vorrebbe poi così tanta fatica e spremiture di meningi, per postare qualcosa di decente e appetibile, basta guardarsi attorno per rendersene conto. In giro compaiono tanti post senza pretese, post onesti e asciutti ma che si fanno leggere e spesso commentare. Scivolano naturali dalle menti dei blogger più svariati, specialmente da quelli più affermati. Personalmente, senza alcuna arroganza da parte mia, li classifico nella categoria cosidetta "l’avrei potuto scrivere anchio". Durante il corso della giornata, capita in diverse occasioni (seduti in metro, la sera davanti al tg, al mattino mentre si naviga) di cogliere dettagli o situazioni, senza bisogno di essere particolarmente acuti. Il vero blogger non lascia sedimentare gli spunti, banali o lampanti che siano, li coglie e ci confeziona sopra un onesto post. E può "sopravvivere" così per giorni, settimane… E’ un istinto innato penso,che si può affilare col tempo, magari una robusta dose di del.cio.us e repubblica.it (per dire), e uno spirito portato a tenere sempre gli occhi vispi. Alcuni esempi:


– Sciopero nazionale dei giornalisti. Repubblica.it e Corriere.it, le principali fonti di informazione per tutti, non sono aggiornati. E’ scontato chiedersi dove si possa andare nelle giornate di blackout, e domandarsi chissà come faranno gli altri. C’è chi non si ferma qui, e posta il dubbio, con un titolo meraviglioso peraltro. Piovono commenti, dove alle utili segnalazioni si aggiungono complimenti e battute in un clima familiare e amichevole. [Akille.net]
– Ultimi giorni prima dell’esame, sei stanco ed esaurito, perchè la mole di studio è eccessiva e molto ostica. Ti assale nel cuore della notte la disperazione e lo sconforto. C’è chi non prova a dormire, ma posta l’inquietudine. Ne nasce un’interessante discussione sul valore delle Dimostrazioni, oltre a incitamenti a tenere botta che scaldano sempre il cuore. [TheEgo, Ciccsoft]
– Tutti noi usiamo sempre più in massa strumenti come il podcast o siti come YouTube anche per andare a scovare, oltre ai filmati sui bulli, frammenti di trasmissioni televisive che ci siamo persi o momenti cult che vogliamo rivedere. C’è chi non si ferma qui, ed estrae la facilmente intuibile conclusione che internet sta cambiando la televisione, fino a formulare la profezia apocalittica di un lancio nel cassonetto del tubo catodico, che getta sempre un po’ di sorpresa (?) nell’interlocutore. [Luca Sofri, Wittengstein]
– Le statistiche del sito, un must. Essendo un blog, la probabilità che venga letto da altri blogger è molto elevata. Di questi, la percentuale che usino un browser come si deve, e non l’infame IE come la moltitudine di utenti internet pecoroni che si scarica le suonerie, è normale sia molto elevata. C’è chi non si ferma a rimirare la schermata con il grafico, e ti confeziona un post sulla guerra tra browser, con tanto di link a due articoli esterni interessanti. [Inkiostro]
– Serena Dandini ha subito un evidente cambio del timbro della voce, si nota soprattutto quando parla a un tono normale, mentre quando urla o si sforza, la voce ritorna quella consueta. Che le sarà mai successo? C’è chi non si ferma al dubbio, e lo chiede direttamente ai propri lettori, che provano a buttare lì qualche ipotesi. Applicato ad altre situazioni, anche personali, è un ottimo metodo per raccogliere consigli o informazioni. [EmmeBi]

Sono tutti post che trattano di questioni comuni e consentono inoltre un coinvolgimento nei lettori, proprio perchè si tratta di argomenti di cui si cibano i lettori stessi. Non c’è alcun intento polemico in questa piccola "rassegna stampa", ho solo cercato di spiegare cosa intendo per "Blogger Istinct", citando autori che stimo e leggo quotidianamente. Qualcosa che alcuni possiedono, altri no. Un istinto che può anche diventare pericoloso, perchè ti porta a scrivere di qualsiasi cosa, aumentando in certi casi il numero di post pubblicati. E si sa, la qualità e la quantità non vanno spesso d’accordo… Ma in questi esempi che ho citato, non ci si ferma soltanto all’istinto che coglie lo spunto e lo focalizza: occorre anche la finezza di elaborarlo e personalizzarlo, per evitare di scadere nello scontato.
Ehi, perchè mi guardate così?

5 Responses to “Blogger Instinct”


cribbio
Comments are currently closed.

Buffet

Le migliori foto di LondraNote sparse su alcune cose curiose
trovate a Londra

Le migliori foto di Berlino Do not walk outside this area:
le foto di Berlino

Ciccsoft Resiste!Anche voi lo leggete:
guardate le vostre foto

Lost finale serie stagione 6Il vuoto dentro lontani dall'Isola:
Previously, on Lost

I migliori album degli anni ZeroL'inutile sondaggio:
i migliori album degli anni Zero

Camera Ciccsoft

Si comincia!

Spot

Vieni a ballare in Abruzzo

Fornace musicante

Cocapera: e sei protagonista

Dicono di noi

Più simpatico di uno scivolone della Regina Madre, più divertente di una rissa al pub. Thank you, Ciccsoft!
(The Times)

Una lieta sorpresa dal paese delle zanzare e della nebbia fitta. Con Ciccsoft L'Italia riacquista un posto di primo piano nell'Europa dei Grandi.
(Frankfurter Zeitung)

Il nuovo che avanza nel mondo dei blog, nonostante noi non ci abbiamo mai capito nulla.
(La Repubblica)

Quando li abbiamo visti davanti al nostro portone in Via Solferino, capimmo subito che sarebbero andati lontano. Poi infatti sono entrati.
(Il Corriere della Sera)

L'abbiam capito subito che di sport non capiscono una borsa, anzi un borsone. Meno male che non gli abbiamo aperto la porta!
(La Gazzetta dello Sport)

Vogliono fare giornalismo ma non sono minimamente all'altezza. Piuttosto che vadano a lavorare, ragazzetti pidocchiosi!
(Il Giornale)

Ci hanno riempito di tagliandi per vincere il concorso come Gruppo dell'anno. Ma chi si credono di essere?
(La Nuova Ferrara)

Giovani, belli e poveri. Cosa volere di più? Nell'Italia di Berlusconi un sito dinamico e irriverente si fa strada come può.
(Il Resto del Carlino)

Cagnazz è il Mickey Mouse dell'era moderna e le tavole dei Neuroni, arte pura.
Topolino)

Un sito dai mille risvolti, una miniera di informazioni, talvolta false, ma sicuramente ben raccontate.
(PC professionale)

Un altro blog è possibile.
(Diario)

Lunghissimo e talvolta confuso nella trama, offre numerosi spunti di interpretazione. Ottime scenografie grazie anche ai quadri del Dovigo.
(Ciak)

Scandalo! Nemmeno Selvaggia Lucarelli ha osato tanto!
(Novella duemila)

Indovinello
Sarebbe pur'esso un bel sito
da tanti ragazzi scavato
parecchio ci avevan trovato
dei resti di un tempo passato.
(La Settimana Enigmistica)

Troppo lento all'accensione. Però poi merita. Maial se merita!
(Elaborare)

I fighetti del pc della nostra generazione. Ma si bruceranno presto come tutti gli altri. Oh yes!
(Rolling Stone)